Belgio, Philippe Gilbert bacchetta Remco Evenepoel: “Sembra che la cosa più importante per lui sia la sua immagine”

Parole che rischiano di fare rumore quelle di Philippe Gilbert. Il corridore della Lotto Soudal, in un’intervista rilascita al quotidiano francese L’Equipe, si è soffermato sul connazionale Remco Evenepoel, corridore che conosce molto bene e col quale ha un buon rapporto. Nonostante questo, il campione del mondo di Valkenburg 2012, non ha risparmiato parole severe, soprattutto in relazione all’atteggiamento del giovane campione, il quale ha fatto discutere anche negli ultimi giorni a causa dell’apparentemente difficile inserimento all’interno della nazionale belga nel corso degli ultimi mondiali nelle Fiandre.

“Mi trovo a mio agio a parlare di Remco – ha esordito il Vallone – perché sono in contatto regolare con lui e soprattutto con i suoi genitori, che mi chiedono consiglio perchè non ha un manager ed è assistito piuttosto male“.

Il vincitore della Parigi Roubaix 2019 ha poi proseguito senza mezzi termini: “È un corridore fenomenale, fisicamente e mentalmente, ma ad oggi la cosa più importante per lui sembra sia la sua immagine. È alla continua ricerca del numero di follower che stanno aumentando sui suoi account sui social media e temo che questo si ritorcerà contro di lui. Non lo critico, ma gli consiglio di stare lontano dai social, perché non è la vita reale. Tra le persone che lo seguono su Instagram e altri social network, la maggioranza sono account falsi e società di marketing. Il resto sono fan che ovviamente sono esigenti con lui. Per lui va tutto veloce, ma è anche colpa sua perché ha fretta di farcela”.

 


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *