Alpecin-Deceuninck, obiettivi tracciati per il 2024: “A Mathieu Van Der Poel il Fiandre, a Jasper Philipsen la Roubaix”

Migliorarsi non sarà semplice, forse impossibile, ma la Alpecin – Deceuninck punta ovviamente a grandi traguardi anche nel 2024. Con la stagione ormai in conclusione che vede la formazione belga portarsi a casa due Monumento e il mondiale con Mathieu Van Der Poel, ma anche quattro tappe e la maglia verde del Tour de France con il corridore più vincente dell’anno Jasper Philipsen, i fratelli Roodhooft sono stati nuovamente premiati (dopo aver vinto già nel 2021) con la bici di cristallo come migliori dirigenti in Belgio e ora guardano avanti.

“Quest’anno ci è mancato il Giro delle Fiandre – commenta ridendo Christoph Roodhooft a HLN, il giornale che indice il premio – Più seriamente, quelle erano corse che volevamo vincere, ma il piano era di farlo nel tempo. Se fossimo riusciti a vincerle nell’arco dei prossimi tre anni saremmo stati contenti lo stesso. Ora rifare quanto fatto sarà molto difficile, migliorarsi diventa quasi impossibile“.

Uno degli obiettivi di cui il team è più fiero è la conquista della maglia verde, che era stata indicata come obiettivo già da un paio di anni: “Quel risultato appartiene a Jasper Philipsen e Mathieu Van Der Poel. Abbiamo vinto tappe e la maglia verde con una squadra molto completa e forte. Come squadra abbiamo dimostrato di essere cresciuti al massimo livello“.

Quanto fatto dal fenomeno neerlandese alla Grande Boucle per il compagno è il risultato del grande affiatamento e rispetto del gruppo che si è creato: “Dice molto sulla mentalità della nostra squadra, i corridori vogliono lottare anche per gli altri. Jasper poi è stato forte abbastanza per concludere il lavoro. Direi che lo ha fatto brillantemente”.

Ora bisogna inevitabilmente alzare l’asticella, anche se chiaramente sarà tutt’altro che semplice: “Fare bene sarà il primo obiettivo e non sarà facile – conclude – Dobbiamo continuare a lavorare nello stesso modo e speriamo questo porti a dei risultati”. Pensando poi in termini di obiettivi precisi, in realtà uno in mente c’è: “Che Mathieu van der Poel vinca il Giro dell Fiandre e Jasper Philipsen la Parigi – Roubaix“.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio