Wollongong 2022, anche Eddy Merckx incensa Remco Evenepoel: “Lui è l’uomo dell’anno”

Finalmente anche Eddy Merckx si toglie il cappello davanti a Remco Evenepoel. Il portacolori della Quick-Step Alpha Vinyl, infatti, è stato spesso paragonato al Cannibale per l’apparente facilità con cui conquista le corse, ma il ciclista più forte di tutti i tempi non si è mai risparmiato dal criticare il giovane belga, forse anche per spronarlo a crescere e migliorare sempre di più. Con i risultati di questa stagione, però, anche il classe 1945 è pronto a riconoscere la consacrazione definitiva del giovane connazionale: dopo aver già conquistato la Liegi – Bastogne – Liegi e la Vuelta a España, oggi, infatti, il classe 2000 è andato a prendersi anche la maglia iridata sul tracciato di Wollongong 2022.

Usate tutti i superlativi – ha dichiarato il vincitore di sette Milano – Sanremo a Het Nieuwsblad – Se li merita tutti. È incredibile come ha vinto. Già a 50 chilometri dalla conclusione ho detto ad Axel (suo figlio, ndr): vincerà Remco! È diventato un fuoriclasse. È migliorato sotto ogni punto di vista: fisico, ma anche mentale. Soprattutto l’anno scorso. E questo è come siamo arrivati al Remco Evenepoel di oggi: lui osa in corsa, non aspetta lo sprint.”

Il tre volte iridato, quindi, non ha problemi, ripensando all’intera stagione, ad affermare che: “Questo fa semplicemente di lui l’uomo dell’anno. Se dovrebbe andare al Tour il prossimo anno? Deve capire da solo cosa vuole, se vuole fare il Giro o il Tour. Ma ha regalato a me e all’intero paese una fantastica mattina“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button