Vuelta a España 2018, Yates si aspetta offensive dalla Movistar: “Sono forti, ma anche noi…”

Simon Yates pronto a difendersi nella penultima tappa della Vuelta a España 2018. La Maglia Rossa si aspetta infatti una giornata difficile oggi, nella quale la Movistar potrebbe da subito passare all’offensiva per cercare di sfilargli il simbolo del primato. Prima di arrivarci intanto ieri una giornata semplice solo sulla carta, che il capitano della Mitchelton – Scott ha vissuto costantemente nelle prime posizioni del gruppo, ben scortato dai compagni, soprattutto nell’intenso e veloce finale che ha visto, a sorpresa, trionfare Jelle Wallays (Lotto Soudal) beffando il gruppo.

“Il finale di corsa è stato molto molto rapido a causa dell’inseguimento, quindi mi sento un po’ stanchino (sorride, ndr) malgrado questa fosse teoricamente la tappa più semplice della corsa”, commentava dopo il traguardo spostando poi subito il focus sulla tappa in arrivo, prima della decisiva accoppiata andorrana: “Vedremo come vorrà affrontare la corsa la Movistar, ma abbiamo una squadra forte e siamo pronti”.

Con Alejandro Valverde come capitano, ma un Nairo Quintana che potrebbe ancora provare a far saltare il banco per mettere la pressione, la formazione iberica sarà chiaramente sotto stretta osservazione da parte del britannico e della sua squadra. “Forse Quintana partirà presto, oppure si risparmierà per il finale, non possiamo sapere cosa decideranno – aggiunge – Vedremo, sappiamo che sarà difficile, loro hanno una squadra forte, non solo loro due, ma noi faremo del nostro meglio“.

Dopo aver perso qualche secondo nell’ultimo confronto Yates è pronto alla nuova sfida diretta con Valverde, a questo punto il suo maggiore rivale: “Sappiamo che in quel tipo di arrivi sono la sua specialità. Non c’è da vergognarsi di aver perso terreno da lui dopo un’azione di quel tipo. So di aver fatto una buona corsa anche io, ora vedremo come andrà…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.