© Sirotti

Giro d’Italia 2017, Di Rocco pessimista sulle wild-card: “RCS non intende rivedere le sue decisioni”

Inizia l’avventura del nuovo Consiglio Federale italiano. Il gruppo diretto da Renato Di Rocco si è riunito ieri presso la Sala Giunta del Coni e ha ricevuto la gradita visita di Giovanni Malagò che ha voluto essere presente all’inizio dei lavori. “Abbiamo voluto fare questo primo Consiglio nella Sala Giunta perché è per noi una tradizione e, visto quanto realizzato in questo quadriennio, anche un gesto beneaugurante – spiega il presidente Di Rocco – Abbiamo ottenuto risultati importanti e siamo già concentrati sul prossimo quadriennio, per far crescere quei settori e quelle discipline che sono rimaste indietro”. Uno dei primi temi  da affrontare riguarda la spinosa questione wild-card al Giro d’Italia 2017. NIPPO – Fantini e Androni – Giocattoli hanno chiesto l’intervento della FCI e una prima risposta è arrivata. “Abbiamo esplorato con la Lega le possibilità di altre soluzioni, tipo squadra mista o Nazionale mista, ma in via informale sono state respinte ambedue le ipotesi in quanto contrarie al regolamento WorldTour – prosegue il presidente – RCS non intende al riguardo rivedere le proprie decisioni, nonostante anche l’interessamento della politica, con diverse interrogazioni parlamentari. Voglio però ricordare come il nostro Paese rappresenti sempre il punto di riferimento per l’attività pro. Cito due dati statistici significativi: gli italiani in gruppo sono 61 e la cui età media è più bassa rispetto a quella delle altre nazioni e lo scorso anno sono stati tesserati in Italia atleti stranieri in rappresentanza di 42 nazioni, a conferma della centralità del nostro Paese”. 

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.