Freccia del Brabante 2024, Benoit Cosnefroy felice della vittoria “Per me è stato uno scenario perfetto”

Benoit Cosnefroy festeggia la vittoria della Freccia del Brabante 2024. Il corridore francese è entusiasta di essere riuscito a battere in una volata ristretta alcuni avversari quotatissimi come Dylan Teuns (Israel-Premier Tech) e Tim Wellens (UAE-Emirates), che hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione. Il portacolori della Decathlon-Ag2r La Mondiale nel dopo gara ha spiegato ai nostri microfoni quale è stata la chiave del suo successo odierno e quali sono i suoi prossimi obiettivi in questa campagne delle Ardenne.

Alla partenza ti avevo chiesto cosa ti mancava per vincere, ora ti chiedo cosa ti ha fatto fare la differenza
“Difficile da dire. siamo partiti presto all’attacco, a tre giri dall’arrivo. Prima della partenza non ero sicuro che il nuovo percorso fosse abbastanza duro. Quindi mi ero detto che bisognava indurire la corsa, quando ci hanno ripreso dopo una tornata davanti mi sono detto che forse era finita per me, anche se come squadra avevamo Godon ed ero tranquillo. Nel giro successivo dovevo recuperare quando son partiti quei tre. Nell’ultimo giro sono riuscito a chiudere e volevo giocarmi le mie carte in volata. Quando ho visto Van den Berg attaccare mi sono detto che era una buona cosa per me. Solitamente c’è sempre qualcosa che non va nel finale, che mi impedisce di vincere qui e oggi invece le cose mi hanno sorriso. Per me è stato un bene che abbia attaccato in pianura perché secondo me era il più veloce in volata. A quel punto ho individuato Dylan Teuns e mi sono messo alla sua ruota e sono riuscito a passarlo per vincere”.

Un bel vantaggio per la tua voltata anche il gran lavoro di Blackmore nel finale
“Erano gli unici in due, quindi dovevano fare così per vincere. Alla fine hanno avuto quasi ragione perché Teuns ha fatto secondo. Toccava a loro lavorare e hanno corso bene. Tatticamente non potevano fare altro e sono andati vicini alla vittoria in uno sprint di questo tipo”.

Stavolta per te è andato tutto per il verso giusto…
“Per me ovviamente è stato perfetto, perché mi bastava concentrarmi su Dylan. Per me è stato uno scenario perfetto, tutto è andato liscio. Un anno c’erano quattro Ineos, quando ha vinto Sheffield, per me era stato difficile capire come muovermi mentre qui è stato lineare e più semplice da valutare. Di buon auspicio per le prossime corse sicuramente, ma ovviamente intanto mi godo la giornata di oggi. Con la squadra festeggeremo sicuramente. Poi chiaramente ci focalizzeremo sulla Amstel di domenica”.

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio