Arctic Race of Norway 2019, Mathieu van der Poel inarrestabile: “È stata davvero una gara molto dura e mi è piaciuta per quello”

Il ritorno su strada in vista dei Campionati del Mondo non poteva essere migliore per Mathieu van der Poel. Il talentuoso neerlandese della Corendon-Circus ha animato a più riprese la prima tappa dell’Arctic Race of Norway 2019, ieri pomeriggio, vincendo poi facilmente allo sprint sul traguardo di Leknes, a pochi giorni, per altro, da un successo nella Coppa del Mondo di Mountain Bike. Si tratta già del suo ottavo successo su strada in questa stagione in poco più di 15 giorni di corsa accumulati, un ruolino di marcia che lascia soltanto intravedere le potenzialità di questo ragazzo, che compirà 25 anni il prossimo gennaio.

È stata davvero una gara molto dura – ha dichiarato ieri a fine tappa – Non riuscivo a credere ai miei occhi quando ho visto sul mio computer che la nostra velocità media era di oltre 50 km/h dopo tre ore di gara. È stato difficile tutto il giorno e mi è piaciuto per quello. Alla fine, ho dovuto scommettere che la Jumbo-Visma avrebbe colmato il divario  su di me (e su Cummings). C’erano alcuni altri corridori forti nella prima parte del gruppo. È stata una situazione difficile, ma con 7 o 8 chilometri ancora da percorrere, avevo già in mente di aspettare lo sprint. Non avevo molte opzioni, quindi ho solo aspettato, cercando di programmare perfettamente il mio sprint. Penso che molti corridori siano fuori dalla lotta per la generale, a causa di questa fuga. Sarà molto difficile difendere la maglia“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.