Vincenzo Nibali al primo anno da ex: “Mi piacerebbe passare alla vita normale senza smettere di fare attività”

Vincenzo Nibali è oramai da qualche mese un ex professionista, ma l’amore per la bicicletta è ancora intatto. Gli impegni, infatti, per il siciliano non sono mai mancati, al fianco, per esempio, di Douglas Ryder nella nuova avventura della Q36.5 (e spesso durante i training camp ha avuto modo di pedalare fianco a fianco con i corridori del team) e adesso anche ambassador del marchio Scott, in attesa dell’inizio della sua nuova avventura con la Mountain Bike. Lo Squalo dello Stretto, quindi, continua a pedalare e a divertirsi facendolo e il suo nome rimarrà nell’ambiente del ciclismo ancora per tanto tempo.

Mi piacerebbe passare dalla carriera di professionista alla vita normale senza smettere di fare attività – ha raccontato il classe 1984 – Durante il mio ultimo anno di ciclismo professionale, ho avuto l’idea di iniziare a praticare di più la MTB, dato che durante la mia carriera non ho potuto passarci molto tempo in sella. È un ottimo modo per stare nella natura, c’è una grande comunità e, alla fine della giornata, mi piace ancora passare del tempo in bicicletta. La maggior parte delle persone al campo di allenamento del Q36.5 Pro Cycling Team a Calpe mi chiedeva: ‘Vincenzo, perché vai ancora in bici con questi ragazzi?’ In fin dei conti, è ancora ciò che preferisco fare”.

Il suo nuovo ruolo gli permette anche di passare più tempo a contatto con i fans e appassionati: “Quando ero un professionista, potevo interagire un po’ con i fan di questo sport, ma ora posso davvero dedicare loro più tempo, scattando foto e facendo due chiacchiere. È stata anche un’esperienza commovente, visto che molti di loro mi hanno conosciuto solo grazie alle riprese delle gare in TV. Alcuni hanno persino pianto quando mi sono ritirato, quindi ora posso passare del tempo con loro e loro possono incontrarmi di persona“.

Vincitore da professionista di una Vuelta, due Giri, un Tour, due Lombardia e una Milano-Sanremo, adesso per il messinese è tempo di cercare nuove sfide: “Non ho obiettivi specifici, ma ho in mente delle sfide. Naturalmente Cape Epic sarà un ottimo modo per vivere una nuova avventura. Sono felice di partecipare con il mio amico Ivan Santaromita. Ha lasciato il ciclismo professionistico qualche anno prima di me, quindi mi divertirò a riportarlo in forma”

Crea la tua squadra per il FantaGiro del Delfinato: Montepremi minimo di 5.000€!
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Pulsante per tornare all'inizio