Ciclocross, in Belgio tamponi obbligatori prima di ogni gara

La Federazione Ciclistica Belga ha deciso di rafforzare le misure sanitarie per le gare di ciclocross. Dunque tutti si dovranno sottoporre a tampone per il Covid-19 prima di ricevere l’autorizzazione a gareggiare. Le nuove regole sono più rigorose del protocollo stabilito dall’UCI e prevedono tamponi rapidi, non solo per gli atleti ma anche per meccanici, massaggiatori, giudici di gara e stampa al seguito. Il nuovo protocollo scatterà a partire da sabato prossimo in occasione della prova dell’Urban Cross che si disputerà a Kortrijk.

C’è anche chi ha deciso di organizzarsi in maniera autonoma come il team Telenet Baloise Lions che ha investito 15.000 euro per creare un proprio laboratorio mobile per eseguire i test rapidi: “Prima di ogni corsa, allestiremo la nostra ‘stazione di test coronavirus’ vicino al luogo dell’evento all’interno di uno spazio chiuso – ha spiegato il team manager Sven Nys a Het Laatste Nieuws – Ogni membro del team coinvolto nella gara, inclusi team manager, accompagnatori, meccanici e addetti stampa sarà sottoposto a un test rapido dal medico del team Jan Mathieu. Un risultato negativo consentirà alla persona in questione di partecipare alla gara”. 

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.