Androni-Sidermec, Matteo Malucelli: “Mi è sempre piaciuta la velocità e il ciclismo era lo sport giusto”

Matteo Malucelli pronto e motivato al grande salto. Dopo due stagioni di anticamera con Team Idea e Unieuro, il 23enne indosserà quest’anno la maglia della Androni – Sidermec. Per lui dunque il passaggio al professionismo vero e proprio è finalmente arrivato e ai nostri microfoni mostra tutto il suo entusiasmo e la sua grinta. Intervistato nell’ambito della nostra rubrica “I Volti Nuovi del Gruppo“, il forlivese appare molto motivato in vista di una stagione che lo vedrà debuttare molto presto, alla Vuelta a San Juan, in programma dal 24 gennaio.
“Ho avuto la fortuna di correre già con corridori di un certo livello – ci spiega – Sono convinto che questo possa aiutarmi ad accusare meno il colpo del passaggio al professionismo […] Credo che sarò avvantaggiato specialmente rispetto a chi arriva dal mondo degli under 23. Aver fatto già corse a tappe o aver corso già con certi campioni mi sarà utile già in Argentina”. Corridore veloce, nelle gambe come nello spirito, sogna innanzitutto la Milano – Sanremo, la corsa in cui forse più di tutte bisogna saper miscelare sapientemente cuore, gambe e cervello per potersi giocare il successo. Spesso in volata, quelle in cui si distingue, sin da quando, da g6, conquistò il suo primo successo a Rimini… “Mi è sempre piaciuta la velocità e il ciclismo era lo sport giusto“, ci conferma sorridente, pronto a farsi notare.

Per scorprire di più su Matteo Malucelli, l’appuntamento con l’intervista completa è per domani, con una nuova “puntata” dei Volti Nuovi del Gruppo.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.