© BORA - hansgrohe / Bettiniphoto

Giro d’Italia 2018, Bennett deve arrendersi: “Nel finale ero un po’ troppo indietro e non sono riuscito a recuperare. Sono comunque contento del mio secondo posto”

Stavolta Sam Bennett deve accontentarsi del secondo posto al Giro d’Italia 2018. Sul traguardo di Nervesa della Battaglia il velocista irlandese, vincitore già di due tappe, deve nuovamente arrendersi alle spalle di Elia Viviani (Quick-Step Floors), che dopo aver vissuto qualche giornata difficile è tornato oggi al successo con una netta vittoria. Un risultato che pregiudica anche la conquista della maglia ciclamino per il capitano della Bora – hansgrohe, il quale, seppur aveva dichiarato che la maglia non fosse un suo specifico obbiettivo, con i risultati delle ultime tappe, si era pericolosamente avvicinato a Viviani. Con il risultato odierno e le poche altre occasioni rimaste per i velocisti, potrebbe invece essere un discorso ormai chiuso.

Al termine della tappa il capitano della compagine tedesca ha voluto commentare il risultato ottenuto: “La squadra ha lavorato perfettamente ancora una volta e mi ha protetto per tutto il giorno. Nel finale non sono riuscito a superare Viviani. Ero un po’ troppo indietro e non sono riuscito a recuperare terreno, ma sono comunque contento del mio secondo posto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda del velocista ventisettenne, anche il direttore sportivo Christian Pomer ha voluto dire la sua sulla frazione odierna: “Un grande complimento va fatto a tutta la squadra. Dopo le due vittorie di Sam, ovviamente, eravamo motivati ad ottenere un altro buon risultato, il che voleva dire ancora molto lavoro per noi. Non siamo qui con una squadra solo per il velocista, abbiamo anche due uomini in classifica generale, ma abbiamo seguito il piano e tutti hanno lavorato per questo. Sam è arrivato secondo dopo cinque chilometri di sprint senza treno. Penso che questo dimostri il suo ottimo stato di forma”.

Ad attendere la squadra ci sono ora due tappe di alta montagna. Due frazioni per niente adatte alle caratteristiche del velocista irlandese, nelle quali però Bennett, dimostrando grande altruismo, dice di volersi mettere a disposizione della squadra: “Domani sarà una tappa davvero difficile nella quale voglio sostenere i nostri uomini di classifica nel migliore dei modi”. Nel pieno dello spirito corale che esprime anche il diesse.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *