© Sirotti

Giro d’Italia 2019, Carapaz perde secondi: “Oggi è andata male a noi, ma il Giro è lungo”

Grande delusione per Richard Carapaz al termine della terza tappa del Giro d’Italia 2019. Il corridore della Movistar ha dovuto cambiare bicicletta a meno di dieci chilometri dall’arrivo, per un problema alla ruota, dovendo prendere quella del compagno Antonio Pedrero, decisamente più alto di lui. Nonostante le difficoltà nel pedalare, l’ecuadoriano era in procinto di rimontare il gruppo lanciato verso la volata, ma la caduta che ha spezzato il plotone ha rallentato anche lui. Alla fine è arrivato con 46″ di ritardo dal gruppo principale, vanificando così la buona crono inaugurale di Bologna.

“Fin dall’inizio è stata una tappa nervosa, ma sicuramente non mi sarei aspettato un problema così grande – spiega Carapaz – Ho preso un dosso, ho danneggiato la ruota e ho dovuto cambiare la bicicletta con Pedrero. Io sono basso, mentre i miei compagni alti, così ho dovuto pedalare in maniera non naturale. In più abbiamo incontrato la caduta e a quel punto è diventato impossibile rimontare”.

Per sua fortuna, siamo solo all’inizio, è c’è tutto lo spazio per recuperare: “Oggi è toccato a noi perdere qualche secondo, ma nulla è ancora deciso. Continueremo ad essere ottimisti visto che il Giro è lungo. Abbiamo molte tappe davanti a noi e verrà anche il nostro momento”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.