Mondiali Pista jrs, stavolta Paternoster è d’argento: bronzo per Pirrone e Consonni

Nell’inseguimento individuale femminile non è arrivato il terzo oro ma Letizia Paternoster si gode comunque l’argento, certa di aver dato il massimo nel confronto con la forte neozelandese Ellesse Andrews, che la precede di circa sei decimi. Elena Pirrone completa il podio vincendo d’autorità la finale per il bronzo su Nicole Shields, cui rifila quasi tre secondi (2’22’’626 il crono).

Nella corsa a punti femminile era arrivata la prima medaglia azzurra. Chiara Consonni: le 29 lunghezze che totalizza le permettono di conquistare il bronzo. Il titolo va alla canadese Maggie Coles-Lyster (41 punti), l’argento di Marila Novolodksaya (Russia).

 La seconda sessione della quarta giornata era stata aperta dalla finale dei 500 metri time trial femminili. Ed è stato il nuovo show di Mathilde Gros (Francia), che fissa il nuovo record del mondo in 33’’937 e bissa l’oro ottenuto ieri nello Sprint. Argento per Lea Sophie Friedrich (Germania), bronzo per Yana Tishenko (Russia).

Lo sprint maschile ha visto sbarcare nella finale per l’oro imporsi il francese Rayan Helal, capace di battere il russo Dmitry Nestorov (argento). Bronzo all’australiano James Brister.

Nell’Omnium maschile, orfano purtroppo di Michele Gazzoli, si impone il danese Julius Johansen davanti a Stephen Cuff (Australia) e a Uladzislau Tsimoshyk (Bielorussia).

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.