Milano-Sanremo 2020, Alexey Lutsenko: “Ho preso una buca prima della Cipressa e ho speso tante energie per rientrare”

Pochi rimpianti per Alexey Lutsenko dopo la Milano-Sanremo 2020. Il corridore dell’Astana, infatti, ha provato ad anticipare tutti con un attacco da lontano, subito rimbalzato dal gruppo, ed è finito con lo staccarsi ancor prima che Vincenzo Nibali facesse partire l’azione decisiva sul Poggio. Il kazako ha comunque dichiarato ai nostri microfoni di aver già perso energie in precedenza dopo essere rimasto attardato a causa di una buca, ma di essere comunque soddisfatto per quello che è riuscito a fare dopo la caduta di pochi giorni fa alla Milano-Torino, che è costata la frattura della clavicola a Yves Lampaert.

“Ci ho provato. Giorno per giorno sento meno la il dolore dopo la caduta con Lampaert a Varese – ha esordito – Oggi era una corsa per velocisti, ma sono arrivati Van Aert con Alaphilippe, quindi comunque era abbastanza duro oggi. Anche prima della Cipressa ho preso una buca e ho perso tante energie per rientrare. La mia prossima gara sarà un Delfinato e magari faccio anche meglio”.

Il campione nazionale kazako ha comunque le idee chiare quando gli viene chiesto dei propri obiettivi: “Davanti abbiamo corse importanti: Delfinato, Tour, Classiche e Mondiali”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info