Bora-Hansgrohe, Peter Sagan difende Groenewegen: “Nella vita chiunque può commettere un errore”

© A.S.O.

Peter Sagan riaccoglie Dylan Groenewegen in gruppo. Il Giro d’Italia 2021 ha visto il ritorno in corsa del velocista neerlandese, che ha finalmente terminato la squalifica comminatagli a seguito della volata scorretta realizzata al Giro di Polonia 2021, in cui un cambio di traiettoria aveva fatto cadere Fabio Jakobsen (Deceuninck-Quick-Step) contro le transenne, costando un grave infortunio a quest’ultimo. In extremis, la Jumbo-Visma ha deciso di convocare il proprio sprinter per la corsa rosa, che è scattata oggi e terminerà il 30 maggio a Milano, nonostante non abbia avuto la possibilità di partecipare ad alcuna competizione per sostanzialmente nove mesi dallo scorso agosto.

Lo slovacco tre volte campione del mondo ha voluto riaccogliere il neerlandese in gruppo spendendo qualche parole nella conferenza stampa di presentazione: “Ovviamente, quello che è successo al Giro di Polonia è stato un incidente. Nella vita e nello sport, chiunque può commettere un errore. Non lo giudico. Ho fatto molti sprint contro di lui e penso sia una cosa buona che sia tornato in gruppo. Qui al Giro la situazione è differente rispetto all’anno scorso perché iniziamo a correre in un modo molto più normale. Anche la preparazione lo è stata di più. Non voglio dire che sono rilassato perché sono motivato per fare bene. Allo stesso tempo però non sono stato particolarmente stressato per il Giro l’anno scorso”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info