Tramadol, positivo l’ucraino Mykhaylo Kononenko ai Mondiali

Nuovo casa di positività al Tramadol in gruppo. Dopo Nairo Quintana, risultato positivo durante il Tour de France perdendo il risultato acquisito (sanzione confermata anche dal TAS di Losanna), stavolta è Mykhaylo Kononenko ad essere sanzionato per una infrazione al divieto di utilizzo in gara di questo nota sostanza. Il campione positivo risale al 18 settembre, durante i Mondiali di Wollongong, nei quali il corridore ucraino rappresentava la sua nazione tanto nella CronoStaffetta Mista che nella prova a cronometro. Il 35enne perde così i due risultati ottenuti: 12° nella prova a squadre e 43° nella prova individuale, avvenuta il giorno della positività.

Ricordiamo che il tramadol non è considerato doping dall’Agenzia Mondiale Antidoping, ma esclusivamente vietato dall’UCI durante le competizioni per questioni di salute, del corridore stesso e del resto del gruppo. Alla prima sanzione, come ricorda l’Unione Ciclistica Internazionale, non vi è dunque alcuna squalifica ulteriore, se non la perdita dei risultati ottenuti nel corso della competizione in questione.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info