© BMC / Chris Auld Photography

Favoriti Giro d’Italia 2019, il percorso di avvicinamento dei big a confronto

Si è concluso il calendario dei favoriti in vista del Giro d’Italia 2019. Da oggi la testa di tutti è rivolta esclusivamente alla Corsa Rosa, che partirà questo sabato. A pochi giorni dal via vi proponiamo dunque il punto della situazione delle corse disputare dai big attesi alla partenza di Bologna. Con il forfait all’ultima ora di Egan Bernal (Team Ineos) e poco prima di Alejandro Valverde (Movistar), i nomi sono leggermente cambiati, considerando comunque nel complesso i dieci corridori che sembrano avere le maggiori possibilità di fare alta classifica. Come dimostrano anche le quote delle varie agenzie di bookmaker, i nomi più caldi sono quelli di Tom Dumoulin (Team Sunweb), Primoz Roglic (Jumbo-Visma) e Simon Yates (Mitchelton-Scott), con Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) pronto ad inserirsi nella lotta per il titolo.

Sembrano un gradino sotto gli altri nomi, tra i quali comunque spiccano corridori già in grado di salire sul podio finale come Mikel Landa (Movistar), che ci è riuscito nel 2015, o Miguel Angel Lopez (Astana), terzo invece lo scorso anno. Un risultato solo sfiorato invece da Richard Carapaz (Movistar) e Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin), rispettivamente nel 2018 e 2017. Alla Corsa Rosa non c’è invece mai riuscito Rafal Majka, capace comunque di salirci alla Vuelta e di entrare già tre volte nei primi dieci, con un quinto posto come miglior risultato, al Giro. Due top ten in passato invece per Bob Jungels (Deceuninck-QuickStep), che fu capace ogni volta di conquistare anche la Maglia Bianca.

Non mancano i corridori a caccia di un risultato di prestigio, con nomi come Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Davide Formolo (Bora-hansgrohe), Pello Bilbao e Ion Izagirre (Astana), solo per citarne alcuni, ma (soprattutto per questioni di spazio) abbiamo ristretto l’elenco ai nomi dei corridori citati in precedenza, che realisticamente sembrano i maggiori candidati per ambire a vittoria-podio-top5. Come si evince dalla tabella che chiude questo articolo le strategie sono state molto diverse fra i vari pretendenti, sia per quanto riguarda il numero che le corse stesse scelte durante questi primi quattro mesi dell’anno.

Tre i corridori che hanno debuttato già a gennaio, con Richard Carapaz primo fra tutti partecipando alla Vuelta a San Juan, iniziando dunque subito con una corsa a tappe, così come Mikel Landa, che ha subito riportato la frattura della clavicola dopo pochi chilometri di corsa, e Rafal Majka, partiti con l’atipico Challenge Mallorca (corsa composta da più trofei indipendenti che ha visto Ilnur Zakarin partecipare agli ultimi due). Oltre all’ecuadoriano dal Sudamerica son partiti anche Miguel Angel Lopez (Astana), vincitore della prima corsa dopo i campionati nazionali, e Bob Jungels, che invece del Colombia Tour ha vinto una tappa.

Il lussemburghese è certamente il più atipico tra i candidati di questa edizione, avendo vissuto un calendario decisamente alternativo, sostanzialmente incentrato sul pavé, con il bel successo alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne, al suo ritorno in Europa. Unica incursione in una corsa a tappe è stata la Parigi – Nizza, corsa scelta anche da altri tre pretendenti in cui si Simon Yates ha conquistato la sua seconda vittoria stagionale. Il britannico in precedenza si era imposto anche alla Vuelta Andalucia, uguagliando così il numero di successi del lussemburghese.

Meglio di loro ha tuttavia nettamente fatto Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che si presenta al Giro d’Italia da imbattuto. Lo sloveno ha infatti conquistato le tre corse a tappe a cui ha partecipato, cumulando un totale di quattro vittorie di tappa, di cui tre al solo Giro di Romandia, a cui si aggiunge quella all’UAE Tour. Un bottino di assoluto rispetto, che gli ha consentito anche di battere buona parte dei pretendenti a questo #Giro102. Tra i corridori ad aver vinto in questo inizio di stagione anche Miguel Angel Lopez e Richard Carapaz, entrambi capaci di conquistare una classifica finale di una corsa a tappe.

Oltre ad essere stato il primo ad esordire quest’anno, partecipando con successo alla Vuelta a Asturias, Carapaz è stato anche l’ultimo a correre fra i corridori di questa lista (un giorno in più del compagno Landa, che ha saltato l’ultima tappa). Nel complesso è anche il corridore che ha cumulato il più alto numero di giorni di corsa, per un totale di 32. Lo segue Ilnur Zakarin, con trenta. 25 invece per Majka, mentre tutti gli altri sono intorno ai venti, scendendo ai 17 di Mikel Landa (che con tre ritiri è colui che più spesso è stato costretto a lasciare anzitempo, l’unico assieme a Zakarin) fino ai 16 di Tom Dumoulin, che inseguendo la partecipazione anche al Tour de France limita il più possibile i suoi giorni di corsa.

Tra tutte le corse affrontate, quelle con più pretendenti al successo al Giro d’Italia 2019 sono state la Tirreno – Adriatico e la Volta a Catalunya, entrambe con cinque corridori presenti, mentre solamente due di loro si sono presentati al via di un tradizionale appuntamento quale è il Tour of the Alps. Solamente due anche per il Giro di Romandia, altra corsa spesso battuta, mentre tra le corse di un giorno spicca la Liegi – Bastogne – Liegi, che ha visto quattro favoriti al via.

Calendario Favoriti Giro d’Italia 2019

MeseGiornoCorsaCarapazDumoulinJungelsLandaLopezMajkaNibaliRoglicYatesZakarin
gennaio27-3Vuelta San Juan6
31Trofeo Ses SalinasDNF10
febbraio1CN Colombia Crono2
1Trofeo Andratx25
2Trofeo Tramuntana1216
3Trofeo Palma6098
3CN Colombia Linea32
12-17Colombia Tour928(1)1
20-24Vuelta Andalucia41 (1)
24-2UAE Tour6351 (1)DNF
marzo2Omloop Het Nieuwsblad16
3Kuurne-Bruxelles-Kuurne1
9Strade Bianche624331
10GP Larciano20
10-17Parigi – Nizza82825 (1)10
13-19Tirreno – Adriatico20460151
23Milano – Sanremo111478
25-31Volta Catalunya261(1)71317
27De Panne49
29E3 Harelbeke5
aprile3Dwars Door Vlaanderen3
6GP IndurainDNF
7Giro delle Fiandre16
8-13Giro dei Paesi Baschi7
22-24Tour of the Alps53
28Liegi-Bastogne-Liegi507822
30-5Giro di Romandia1(3)8
maggio3-5Vuelta Asturias1(1)DNF
Giorni di Corsa32162017232522202030
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 12ª tappa del Giro 2019 e vinci 78€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.