Tour de France Femmes 2022, Marion Rousse: “Obiettivo andare avanti per 100 anni”

Marion Rousse commenta la nascita del Tour de France Femmes nel  2022. L’ex ciclista e ora commentatrice per la tv francese è stata nominata direttrice della prima storica edizione femminile della Grande Boucle e ha quindi detto la sua dopo che è stato svelato il percorso, che come già era stato annunciato in precedenza partirà dai Campi Elisi lo stesso giorno in cuici sarà l’arrivo degli uomini. La classe ’91 ha spiegato le sue intenzioni e rivelato le sue ambizioni alla guida di questa corsa, augurandosi che possa arrivare ad avere una lunga tradizione, pareggiando a quel punto in tutto quella maschile.

Una sfida, ma soprattutto un grande onore per me – ha dichiarato a Rtbf parlando del suo ruolo –  Il ciclismo femminile è evoluto tantissimo dal termine della mia carriera. Ci sono più squadre, più media.. e quindi più mezzi. E ora nelle mie mani c’è un gioiello che non sono pronta a lasciare così… abbiamo voluto rilanciare questa corsa in buone condizioni, in particolare garantendo l’uguaglianza di trattamento per le donne, che usufruiranno delle stesse strutture degli uomini. E l’obiettivo è che questa corsa vada avanti 5 anni, 10 anni, 20 anni! Perché no, 100 anni!”.

Infine, la trentenne ha commentato anche il percorso, facendo anche un primo pronostico: “Le tappe sono più brevi, 130 chilometri, e il tempo è contato. Era difficile dunque andare sui Pirenei o sulle Alpi. Quindi abbiamo scelto i Vosgi, ma garantisco che non ci si annoierà. Sono stata in ricognizione in tutte le tappe: le ultime due sono terribili. Per quanto riguarda le favorite, è difficile fare un pronostico con più di 6 mesi di anticipo, ma vedo bene Annemiek Van Vleuten, Cecille Ludwing, Kasia Niewadoma o anche la francese Juliette Labous”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *