Tokyo 2020, nessuna frattura per Mathieu van der Poel: “Tornerò”

© UCI

Nessuna frattura per Mathieu van der Poel a Tokyo 2020. Il corridore neerlandese è caduto nelle prime fasi della prova di cross country conquistata da Tom Pidcock, ed è stato costretto a lasciare la gara a causa del troppo dolore a due giri dal termine dopo aver recuperato oltre venti posizioni (anche se era comunque ormai lontano dalle medaglie). Il corridore dell’Alpecin-Fenix, che ha spiegato di essere caduto perché non sapeva che la pedana presente durante la ricognizione sarebbe stata tolta in gara, è stato trasportato in ospedale per accertamenti, con il timore di fratture nella zona dell’anca.

Secondo quanto riporta Wielerlifts, il classe ’95 fortunatamente non si è procurato nessuna frattura e ora dovrà soltanto sbollire la rabbia e la delusione, prima di far ricominciare la caccia all’oro, come promesso sui social dopo aver fatto i complimenti a Pidcock: “Non so cosa dire, ma tornerò”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info