Crono olimpica: Ganna è l’uomo da battere

Con il procedere delle Olimpiadi nel mondo del ciclismo cresce l’interesse per la prova a cronometro che per la prima volta vede un italiano tra i favoriti della vigilia. Non era mai successo che un azzurro si presentasse alla prova contro il tempo come l’uomo da battere, ma i recenti risultati di Filippo Ganna fanno di lui il principale indiziato per la vittoria finale.

Pippo Ganna punta a una medaglia

Dopo le cinque vittorie conquistate nella scorsa edizione del Giro d’Italia, quattro a cronometro e una nella prova in linea, Pippo Ganna quest’anno è riuscito a portarsi a casa due tappe, quella di apertura e quella di chiusura della Corsa Rosa. Come racconta Il Corriere della Sera, l’alfiere azzurro si è confermato ancora una volta il più forte nella specialità e dopo il successo dell’anno scorso ai campionati del mondo andati in scena a Imola si presenta a Tokyo come l’uomo da battere, come testimoniato anche dalle quote sul sito di Netbet casinò. Dopo aver dato spettacolo al Giro anche in veste di gregario di Bernal, Ganna ha deciso di saltare il Tour per puntare tutto sull’appuntamento olimpico dove dovrà vedersela con van Aert e Pogačar che invece al Tour ci sono andati dimostrando di attraversare un ottimo periodo di forma anche nelle prove contro il tempo. Dato il percorso particolare, van Aert potrebbe essere l’uomo più pericoloso per Ganna e ciò in quanto il belga è ormai diventato fenomenale sia nelle prove contro il tempo che sui percorsi tortuosi come quelli delle grandi classiche. Il percorso di Tokyo, come vedremo tra poco, non è un percorso perfettamente in linea e per questo motivo van Aert potrebbe riservare più di qualche sorpresa. Ganna, dal canto suo, non deve fare altro che pensare a se stesso e concentrarsi sulla propria prestazione, convinto di aver tutte le carte in regola per ritagliarsi un posto nella storia dello sport mondiale.

Focus sul percorso di Tokyo

Cresce quindi l’attesa per la prova a cronometro che verrà disputata alle ore 07:00 di mercoledì 28 luglio e che, come detto, vede il nostro Pippo Ganna tra i favoriti indiscussi. La crono andrà in scena all’esterno del circuito del Fuji, più volte scenario anche della F1, e si svilupperà su un tracciato di 22,1 km che verranno percorsi due volte per un totale di 44,2. Come raccontato da UltimOra, l’altimetria non è particolarmente impegnativa: non sono previste delle salite vere e proprie ma sono diversi i tratti in falsopiano che alla fine andranno a generare un dislivello di 846. La prova sarà particolarmente interessante sia perché il circuito pare esaltare le caratteristiche dell’alfiere azzurro, sia perché i ciclisti dovranno affrontare le incognita legate al caldo e alle tante curve che inevitabilmente penalizzeranno gli specialisti puri favorendo gli atleti più abili a guidare la bicicletta.

L’impegno olimpico è ormai alle porte e da amanti di questo magnifico sport non ci resta altro da fare che fissare la sveglia alle prime luci dell’alba e tifare per il nostro Filippo Ganna che sogna di diventare il primo azzurro a vincere la medaglia d’oro in una cronometro.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info