Presentazione Percorso e Favoriti Volta ao Algarve 2021

© Volta ao Algarve

Con quasi tre mesi di ritardo rispetto alla date classiche, è giunto alla fine il momento della Volta ao Algarve 2021. Rinviata da febbraio a maggio a causa della pandemia di Covid-19, la corsa a tappe portoghese, vista la contemporaneità con le prime giornate del Giro d’Italia, non potrà contare per questa edizione sul solito parterre di ottimo livello, che negli ultimi anni ha visto protagonisti corridori come Primoz Roglic, Tadej Pogacar e Remco Evenepoel. Nonostante ciò, tuttavia, dal 5 al 9 maggio saranno comunque presenti alla partenza sette formazioni WorldTour (la metà rispetto a quanto annunciato a gennaio, quando la gara non era stata ancora posticipata), che assieme alle otto squadre Professional e ai dieci team Continental si daranno battaglia nelle cinque frazioni in programma.

HASHTAG UFFICIALE: #VAlgarve2021

Albo d’Oro recente Volta ao Algarve

2016 THOMAS Geraint
2015 THOMAS Geraint
2014 KWIATKOWSKI Michał
2013 MARTIN Tony
2012 PORTE Richie
2011 MARTIN Tony

Percorso Volta ao Algarve 2021

Il tracciato della corsa portoghese non presenta grossi cambiamenti rispetto a quello dello scorso anno, confermandosi adatto a corridori di tutte le tipologie. La prima frazione vedrà il gruppo percorrere 189,5 chilometri da LagosPortimão, una giornata che proporrà solo un GPM, posto circa a metà percorso, e che perciò si prospetta perfetta per le ruote veloci, che per la volata dovranno prestare attenzione soprattutto alla rotonda posta a 500 metri dalla conclusione. Il giorno successivo si avrà invece il primo arrivo in salita di questa edizione, all’Alto da Fóia, 182,8 chilometri dopo la partenza da Sagres. Oltre a quella finale, lunga 7500 metri con una pendenza media del 7,3% e massima del 9,3%, negli ultimi 30 chilometri i corridori dovranno affrontare altre due ascese, quella di Alferce (5,7 km al 6,2%) e quella di Pomba (3,6 km all’8,2%), che contribuiranno a mettere fatica nelle gambe degli scalatori prima dell’asperità conclusiva, che quasi certamente assesterà il primo scossone alla classifica generale.

Velocisti nuovamente protagonisti nella Faro-Tavira, che con i suoi 203,1 chilometri sarà la tappa più lunga della Volta ao Algarve 2021. Il percorso presenterà infatti delle asperità solo nella prima parte di tappa, mentre il finale sarà quasi totalmente pianeggiante, con le squadre degli sprinter che, anche qui, nell’impostare la volata ai loro sprinter dovranno tenere conto principalmente della curva ad angolo retto posta a 400 metri dal traguardo. La quarta frazione vedrà invece il gruppo affrontare la cronometro di Lagoa di 20,3 chilometri, che proporrà un tracciato piuttosto tortuoso e con diverse curve (soprattutto nella seconda parte) a livello planimetrico, mentre a livello altimetrico saranno diversi i punti nei quali i corridori saranno costretti a rilanciare l’andatura. Una giornata che, in passato, ha già dimostrato di poter scavare distacchi importanti tra gli uomini di classifica.

La graduatoria definitiva, infine, sarà delineata dalla quinta ed ultima tappa, che porterà il gruppo da Albufeira all’Alto de Malhão, per 170,1 chilometri e quasi 3300 metri di dislivello. A parte i primi 60, i restanti 110 chilometri presenteranno infatti un saliscendi continuo, nel quale saranno affrontati cinque GPM prima di quello finale, un breve strappo di 2600 metri al 9,2% di pendenza media, con punte del 10,3%, che sembra adattarsi perfettamente a corridori particolarmente esplosivi.

Tappe Volta ao Algarve 2021

Tappa 1 (05/5): Lagos – Portimão (189,5 km)
Tappa 2 (06/5): Sagres – Alto da Fóia (182,8 km)
Tappa 3 (07/5): Faro – Tavira (203,1 km)
Tappa 4 (08/5): Lagoa – Lagoa (20,3 km, cronometro)
Tappa 5 (09/5): Albufeira – Alto do Malhão (170,1 km)

Favoriti Volta ao Algarve 2021

Clicca qui per la startlist

Anche quest’anno il percorso della Volta ao Algarve è particolarmente esigente, con molte salite non troppo lunghe ma impegnative e una cronometro individuale. Il primo favorito è il corridore di casa Rui Costa (UAE Team Emirates), che spera finalmente di distinguersi in una corsa che finora non lo ha mai visto protagonista assoluto, tanto che il suo unico podio è datato 2014. L’esperto iridato in quel di Firenze dovrà innanzitutto guardarsi dai giovani arrembanti, soprattutto Lennard Kämna (BORA hansgrohe) e Ivan Sosa (INEOS Grenadiers), che potrà contare soprattutto sull’astro nascente Carlos Rodriguez. Il tedesco ha già vinto quest’anno una tappa alla Volta a Catalunya mentre il colombiano ha conquistato il Tour de la Provence.

José Manuel Diaz (Delko) è un altro protagonista atteso. Il suo successo al Giro di Turchia lo pone infatti come uno degli uomini più in forma del momento, così come Elie Gesbert (Arkéa-Samsic), apparso in crescita nelle ultime uscite. Una possibile alternativa nella squadra francese può essere Matis Louvel, giovanissimo prospetto in grande ascesa. Kasper Asgreen sarà invece il capitano di una Deceuninck-QuickStep più orientata ai successi di tappa che alla generale, che potrebbe però essere alla portata del campione danese grazie alla sua abilità a cronometro.

Attenzione poi anche a Odd Christian Eiking (Intermarché-Wanty-Gobert), Remy Mertz (Bingoal WB), Daniel Navarro (Burgos BH), Jonathan Lastra (Caja Rural-Seguros RGA), Diego Lopez (Equipo Kern Pharma) e Joey Rosskopf (Rally Cycling), tutti corridori potenzialmente da top ten. Per quanto riguarda gli italiani, invece, Mauro Finetto (Delko) e Diego Rosa (Arkéa-Samsic) sono i maggiori indiziati almeno per un successo di tappa.

Anche tra le formazioni Continental, sempre numerose quelle di casa in questa categoria, si nascondono potenziali outsider, generalmente uomini di grande esperienza quali Vicente Garcia de Mateos (Antarte-Feirense), Gustavo Cesar Veloso e Alejandro Marque (Atum General-Tavira-Maria Nova Hotel). Attenzione anche a Frederico Figuereido (Efapel), al trio della Radio Popular-Boavista composto da João Benta, Luis Fernandes e Daniel Freitas, e a quello della W52/FC Porto formato da Amaro Antunes, Joni Brandão e João Rodrigues. Tuttavia, l’ultimo vincitore di casa è stato Joao Cabreira nel 2006.

Sono, infine, presenti diversi velocisti di primo piano pronti a lottare per le due frazioni che si dovrebbero concludere allo sprint. Il nome più importante è sicuramente quello di Sam Bennett (Deceuninck-QuickStep), con la squadra belga che, in alternativa, potrà contare anche su Davide Ballerini e Fabio Jakobsen. Principali rivali del Wolfpack saranno Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe), Ethan Hayter (INEOS Grenadiers), che potrebbe anche resistere sulle salite e rimanere in classifica, Marc Sarreau (Ag2r Citroen), Danny van Poppel (Intermarché-Wanty-Gobert), Jon Aberasturi (Caja Rural-Seguros RGA) e Stanislaw Aniolkowski (Bingoal-WB).

Borsino dei Favoriti Volta ao Algarve 2021

***** Rui Costa
**** Lennard Kämna, Ivan Sosa
*** José Manuel Diaz, Elie Gesbert, Amaro Antunes
** Delio Fernandez, Carlos Rodriguez, João Rodrigues, Vicente Garcia de Mateos
* Diego Rosa, Jonathan Lastra, Remy Mertz, Kasper Asgreen, Frederico Figuereido

Altimetrie e Planimetrie Volta ao Algarve 2021

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info