Presentazione Percorso e Favoriti Giro di California 2019

Mentre gran parte delle attenzione del mondo del ciclismo sono sul Giro d’Italia, dall’altra parte del mondo è tutto pronto per il Giro di California 2019. Promossa nel WorldTour lo scorso anno, è la corsa di riferimento del calendario statunitense. È nata nel 2006 e il suo prestigio è cresciuto anno dopo anno, attirando sempre di più campioni affermati. Hanno accettato l’invito 13 formazioni WorldTour, cinque Professional e una selezione statunitense. L’anno scorso fu grande spettacolo grazie a Egan Bernal, che nell’albo d’oro è succeduto a corridori come Bradley Wiggins, Peter Sagan e Julian Alaphilippe. Mai un italiano è riuscito a vincere la corsa e neanche a terminare sul podio.

HASHTAG UFFICIALE: #AmgenTOC

Albo d’oro Giro di California

2018 BERNAL Egan
2017 BENNETT George
2016 ALAPHILIPPE Julian
2015 SAGAN Peter
2014 WIGGINS Bradley
2013 VAN GARDEREN Tejay
2012 GESINK Robert
2011 HORNER Chris
2010 ROGERS Michael
2009 LEIPHEIMER Levi
2008 LEIPHEIMER Levi
2007 LEIPHEIMER Levi
2006 LANDIS Floyd

Percorso Giro di California 2019

Si partirà con una tappa molto semplice, completamente piatta, nei dintorni di Sacramento, per un totale di 143 chilometri. Negli ultimi undici chilometri è previsto un circuito cittadino da ripetere tre volte e che porterà i corridori dritti verso la volata finale, che decreterà il primo leader della classifica generale.

La seconda frazione che si conclude a South Lake Tahoe dopo 194 chilometri è un po’ più accidentata, ma anche in questa occasione la selezione non dovrebbe essere eccessiva. Da affrontare nella prima parte di gara i GPM di Cesar Ravine Road (3a cat., 2,3 km al 4,7%), Sly Park Road (1 cat., 4,3 km al 6,3%) e Mormon Emigrant (2a cat., 2,5 km al 7,6%). Nella seconda parte, invece, verranno affrontate le salite di Kirkwood (2a cat., 4,1 km al 6,1%) e Carson Pass (2a cat., 4,4 km al 4,8%), con gli ultimi 50 chilometri piuttosto semplici, anche l’ultimo chilometro tende leggermente a salire.

Tappa lunga e insidiosa la terza, con 209 chilometri da Stockton a Morgan Hill. Dopo quattro GPM piuttosto semplici, sarà il monte Hamilton (HC cat., 7,2 km al 8,4%) a fare selezione, anche se poi mancheranno 70 chilometri all’arrivo. Venti chilometri più tardi ci sarà il GPM di Quimby Road (2a cat., 2,1 km al 8,6%), che lancerà poi i corridori verso il taraguardo.

Ancora più lunga, ma altimetricamente più facile la quarta tappa, che si concluderà a Morro Bay dopo 212 chilometri. Nel bel mezzo della tappa verrà affrontato tre volte Pacific Hwy da tre versanti differenti, che però, essendo lontani dal traguardo, non dovrebbero precludere ai velocisti la possibilità di giocarsi la frazione in volata.

Le prime vere schermaglie tra i big potrebbero arrivare nella quinta tappa, la Pismo Beach-Ventura di 218 chilometri. Negli ultimi 40 chilometri ci sarà spazio per la salita di Casitas Pass Road (2a cat., 3,6 km al 5,6%), che subito dopo verrà affrontata da un altro versante (3a cat., 2 km al 5,9%). Decisivo sarà però uno strappo di 900 metri al 9% a cinque chilometri dall’arrivo, trampolino di lancio ideale per chi vorrà vincere la tappa.

Con la sesta tappa arriva finalmente la resa dei conti, con l’arrivo in quota al Mount Baldy (HC cat., 8,1 km al 8,3%). Prima della salita finale dovrà essere affrontato due volte il GPM di Glendora Mountain Road (1a cat., 15,1 km al 4,9%), che renderanno le gambe ancora più pesanti agli attesi protagonisti.

L’ultima frazione, che si concluderà a Pasadena, zone limitrofe di Los Angeles, dovrebbe sorridere ai velocisti, che però dovranno sudarsi la volata. I GPM di Angels Forest Hwy (3a cat., 7,6 km al 5,5%) e Upper Big Tujunga Canyon Road (2a cat., 6,3 km al 4,9%), pur lontani dal traguardo, potrebbero invogliare qualcuno a rendere la corsa dura, soprattutto nel caso la classifica generale fosse ancora corta.

Tappe Giro di California 2019

12 Maggio – 1ª Tappa: Sacramento-Sacramento (143 km)
13 Maggio – 2ª Tappa: Rancho Cordova-South Lake Tahoe (194,5 km)
14 Maggio – 3ª Tappa: Stockton-Morgan Hill (207 km)
15 Maggio – 4ª Tappa: Circuit de Laguna Seca-Morro Bay (212,5 km)
16 Maggio – 5ª Tappa: Pismo Beach-Ventura (218,5 km)
17 Maggio – 6ª Tappa: Ontario-Mount Baldy (115,5 km)
18 Maggio – 7ª Tappa: Santa Clarita-Pasadena (141 km)

Favoriti Giro di California 2019

Clicca qui per la startlist

Il Giro di California 2019 è una corsa particolarmente adatta agli scalatori, favoriti in questa edizione anche dall’assenza di cronometro. Vista la collocazione in calendario, non mancano mai le sorprese in questa corsa, anche perché lo stato di forma dei big che si stanno avvicinando al Tour de France non è ancora ai livelli massimi. La EF Education First è particolarmente attrezzata per arrivare al successo, con una formazione molto competitiva con Rigoberto Uran, Tejay van Garderen, vincitore dell’edizione 2013, e Sergio Higuita che possono giocarsi il ruolo di capitano. George Bennett (Jumbo-Visma), campione 2017, è un altro dei nomi importanti al via di questa corsa, ma bisognerà valutarne lo stato di forma, così come per Richie Porte (Trek-Segafredo) e Louis Meintjes (Dimension Data). Anche Rohan Dennis (Bahrain-Merida), non corre da diverso tempo, tanto che il ruolo di capitano potrebbe anche passare nelle mani dell’austriaco Hermann Pernsteiner. La selezione della BORA-hansgrohe potrà invece contare su due uomini in buona forma quali Felix Großschartner e Maximilian Schachmann, con soprattutto quest’ultimo in continuo miglioramento.

Tra i corridori liberi da un vero e proprio percorso di preparazione in vista di elementi troviamo il giovanissimo Tadej Pogačar (UAE Team Emirates), che ha caratteristiche molto adatte a questo percorso, così come Simon Spilak (Katusha-Alpecin), tornato su buoni livelli al Giro di Romandia e Rodrigo Contreras (Astana).

Altri corridori in grado di ritagliarsi un buon piazzamento sono David de la Cruz (Team INEOS), Riccardo Zoidl (CCC Team), Michael Storer (Sunweb), Edwin Avila (Israel Cycling Academy), Toms Skujiņš (Trek-Segafredo) e Travis McCabe (USA).

È interessante poi la selezione della Rally UHC Cycling, che potrà contare sull’esperienza di Gavin Mannion, vincitore della scorsa Colorado Classic, e sulla freschezza di Brandon McNulty, vincitore quest’anno del Giro di Sicilia. Formazione giovane poi per la Hagens Berman – Axeon, con il portoghese Joao Almeida che sarà chiamato a confermare i miglioramenti fatti segnare l’anno scorso.

Altimetrie e Planimetrie Giro di California 2019

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 12ª tappa del Giro 2019 e vinci 78€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.