Giro d’Italia 2020, Jakob Fuglsang: “Eravamo venuti in Italia per vincere la Maglia Rosa e invece è finita con un sesto posto”

© Sirotti

Jakob Fuglsang non è troppo soddisfatto del suo risultato al Giro d’Italia 2020. Il danese ha infatti concluso la sua corsa rosa in sesta posizione in classifica generale, dopo tre settimane di costanti alti e bassi. Dopo una prima settimana in cui ha perso subito due uomini importanti come Alexander Vlasov e Miguel Angel Lopez e ha trascorso molto tempo a battibeccare con Nibali attraverso i media, nella seconda settimana è stato colpito spesso dalla sfortuna, prima di riuscire a recuperare qualche posizione nelle ultime frazioni di montagna, dove comunque non è mai apparso in grado di lottare con i primi.

Ovviamente eravamo venuti in Italia per vincere la Maglia Rosa – ha dichiarato – Invece è finita con un sesto posto nella generale. È stato un viaggio duro per noi, con molti alti e molti bassi. Come ho già detto, non si può pianificare tutto e bisogna prendere le cose per come vengono e trarne il meglio. Tutti qui hanno dato il meglio e ora a Milano concludiamo questo viaggio con un sesto posto. Ovviamente mi sarebbe piaciuto concludere sul podio, ma questo è il ciclismo. A volte vinci, a volte perdi, ma non finisce qui, ci saranno ancora molte altre gare nella mia carriera. Per adesso, però, non vedo l’ora di essere a casa con la mia famiglia, ricaricare le batterie e godermi questo tempo lontano dalla bici prima di cominciare a preparami per il 2021”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info