Tour de l’Ain 2021, Alvaro Hodeg ringrazia i compagni: “Non si vince mai da soli, dovevo solo coronare il loro lavoro”

©Deceuninck - Quick-Step - ©Luc Claessen / Getty Images

Alvaro Hodeg è tornato oggi a vincere al Tour de l’Ain 2021. Il velocista colombiano della Deceuninck-Quick-Step ha battuto sul traguardo di Bourg-en-Bresse i padroni di casa Nacer Bouhanni e Bryan Coquard, mettendo fine a un digiuno che si protraeva dal 3 ottobre 2019, data del Münsterland Giro in Germania. Da lì a pochi giorni inizierà un lungo periodo sfortunato per lui con una rovinosa caduta al Tour de l’Eurometropole seguito da un 2020 senza vittorie. Anche questo 2021 non era iniziato sotto una buona stella, con una caduta alla Clasica del Almeria, ma ora le cose sembrano essere tornate a girare al meglio con questa vittoria di tappa e la prima maglia di leader.

Voglio ringraziare la squadra, sono stati incredibili e hanno dimostrato ancora una volta che non si vince mai da soli, succede perché un gruppo incredibile di corridori si impegna e si dedica a te – ha dichiarato al termine della tappa – Hanno controllato la tappa, sono rimasti calmi anche quando le cose sono diventate frenetiche, mi hanno portato in una posizione perfetta sotto la flamme rouge e tutto quello che ho dovuto fare era solo sprintare al momento giusto e coronare il tutto. Sono molto felice di questa vittoria, che voglio dedicare alla mia famiglia e alla squadra, che sono sempre stati al mio fianco“.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info