CicloMercato 2021, Riccardo Minali ancora senza squadra: “Mi piace la vita del corridore, non voglio credere che tutto sia finito”

Rischia di dover appendere la bici al chiodo Riccardo Minali. Il 25enne velocista, infatti, come ormai risaputo non vedrà rinnovare il contratto in scadenza con la Nippo Delko One Provence, formazione nella quale è approdato quest’anno dopo due stagioni all’Astana e una alla Israel. Due vittorie in carriera, in questo 2020 il veronese ha concluso diverse volte nella top ten, sfiorando il successo al Tour de Langkawi e al Giro del Portogallo e dimostrando quindi di essere competitivo, ma per ora nessuna squadra si è fatta avanti con un’offerta. Minali comunque non ha intenzione di abbandonare le speranze e in questo periodo di attesa continua ad allenarsi.

Mi sto allenando come se la prossima settimana dovessi correre un Campionato del Mondo – ha dichiarato il 25enne al quotidiano L’Arena – Mi piace la vita del corridore, non voglio credere che tutto sia finito. È vero, quest’anno non sono arrivato primo, ma secondo e terzo sì, e non penso che una questione di centimetri possa essere determinante. Se fossi andato piano, sarei il primo a scegliere di imboccare un’altra strada“.

Il CicloMercato non è ancora chiuso, diverse formazioni devono completare le loro rose, dunque rimane la speranza che il telefono possa squillare con un’offerta: “Spero nella manna dal cielo. Se non ci sarà, amarezza e delusione saranno enormi, ma cercherò di farmene una ragione, il mondo è vario e non c’è solo la bici”.

Se le cose non dovessero finire bene, comunque, il velocista e figlio dell’ex professionista Nicola ha già pronto il piano B: “Mi sono iscritto all’Università telematica, alla facoltà di Scienze Motorie che seguo online, dove ho superato il primo esame con 26. Mi piace”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info