Giro di Turchia 2021, Mark Cavendish: “Non ho ancora la fiducia che avevo un tempo, ma chiaramente aver vinto ieri mi fa sentire meglio”

© Tour of Turkey

Secondo successo in due giorni per Mark Cavendish al Giro di Turchia 2021. Dopo aver interrotto ieri, nella seconda tappa della corsa turca, il digiuno di vittorie che durava da più di tre anni, lo sprinter britannico si è imposto quest’oggi anche nella terza frazione battendo in volata Jasper Philipsen (Alpecin-Fenix) e Stanislaw Aniolkowski (Bingoal-WB). Ancora una volta ben supportato dai propri compagni di squadra della Deceuninck-QuickStep, il 35enne ha trionfato abbastanza nettamente, mostrando di avere un’ottima condizione e di star ritrovando pian piano fiducia nelle proprie capacità; fattori che, in questo inizio di stagione con la formazione belga, gli hanno permesso di ottenere risultati che non raggiungeva da molto tempo.

Non era uno sprint semplice, anche per il vento e per quella specie di pavé che c’era nel finale” ha spiegato subito dopo l’arrivo Cavendish, che ovviamente non manca di ringraziare il team per il supporto: “La squadra mi ha tenuto bene al coperto, hanno fatto un grandissimo lavoro tenendomi al coperto e proteggendomi. Hanno fatto un lavoro eccezionale, e anche Fabio (Jakobsen, ndr) mi è stato vicino nel finale”.

Non ho ancora la fiducia che avevo un tempo, ma chiaramente aver vinto ieri mi fa sentire meglio“, ha proseguito l’ex campione del mondo, che guarda già alle prossime giornate della gara turca, nelle quali ci saranno altre occasioni per i velocisti: “Sarebbe meglio ora riuscire ad ottenere altre vittorie per la squadra. Non abbiamo una squadra per la classifica, ma qui ci sono anche Hodeg, Shane (Archbold, ndr), che è andato benissimo alla Coppi e Bartali, e Fabio che possono fare bene nelle tappe. Siamo una squadra veloce e cercheremo di avere altre possibilità per vincere“.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info