Giro di Sardegna 2021, la corsa non si farà: “La Regione non ha finalizzato gli accordi”

Il Giro di Sardegna 2021 non si farà. A mettere una pietra tombale sul progetto almeno per quest’anno è l’UCI, che ha tolto dal proprio calendario la corsa in calendario dal 12 al 16 ottobre (peraltro in una sovrapposizione fratricida con le corse in Veneto di Filippo Pozzato). Prevista inizialmente per la scorsa stagione, l’edizione del ritorno della corsa sarda si è dovuta scontrare con il covid, venendo così rimandata e poi spostata al 2021, faticando tuttavia a trovare una collocazione visti i necessari rimodellamenti del calendario italiano malgrado il percorso fosse stato già disegnato e tutto sembrava già pronto visto il sostegno della Regione.

“A oggi però il Giro di Sardegna non si farà, perché la Regione Sardegna non ha finalizzato gli accordi presi da tempo – spiegava già a fine agosto l’organizzatore Stefano Pilato alla stampa locale – Per fare questa manifestazione servono 800mila euro, soldi che non sono disposto a mettere di tasca mia […] L’assessore al Turismo Gianni Chessa ha parlato tanto, poi però ha fatto altre scelte”.

Chiaro riferimento alla Settimana Ciclistica Italiana, corsa a tappe che si è svolta a luglio con l’organizzazione del GS Emilia. Una scelta che chiaramente non è piaciuta a Pilato, costretto a vedere il suo progetto accantonato senza il supporto necessario. Per quest’anno sembra ormai impossibile, con quello che si sperava essere un possibile palcoscenico per l’addio di Fabio Aru al suo pubblico (se non correndo almeno presenziando all’evento) ormai svanito per quest’anno. L’ultimo vincitore del Giro di Sardegna resterà così al momento Peter Sagan, che vinse nel 2011 dopo un ritorno lampo a cavallo dello scorso decennio.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info