B&B, ci sarebbe un budget di 4-5 milioni a disposizione di Jerome Pineau: il futuro resta tuttavia incerto

Ancora in bilico fra dubbi e speranze il progetto B&B Hotels – KTM. Jerome Pineau ieri avrebbe avuto un ultimo importante colloquio con un potenziale sponsor per cercare di aumentare considerevolmente il proprio budget, che attualmente sarebbe intorno ai cinque milioni di euro complessivi. Una cifra, messa a disposizione dall’attuale main sponsor, che potrebbe comunque garantire la possibilità di costruire una discreta squadra di seconda divisione per il prossimo anno. Ovviamente, siamo ben lontani dal progetto di 15 milioni per il quale il manager transalpino appariva lanciato, riuscendo ad attirare nomi importanti come Mark Cavendish, su tutti, ma anche corridori di livello come Cees Bol e Nick Schultz, tra gli altri. Restano ancora tuttavia numerose incognite, sia riguardo la potenziale competitività di una squadra che ambisce chiaramente al Tour de France, nonché il destino della squadra femminile che il team era destinato a costruire attorno al talento nazionale Audrey Cordon-Ragot.

La squadra è ormai certo non proseguirà nella forma che Pineau sperava, ma dopo giorni di grandissima delusione ora appare possibile uno spiraglio affinché si riesca comunque a creare una formazione Professional, seppur di livello inferiore a quello ipotizzato e probabilmente anche di quello attuale (soprattutto considerando che per fare cassa, o quantomeno per alleviare il monte stipendi del prossimo anno, alcuni corridori di primo piano come Franck Bonnamour, Axel Laurance e Luca Mozzato appaiono sul piede di partenza, senza contare il mancato arrivo di coloro che erano annunciati). Una grande incognita appare tuttavia essere rappresentata dalla possibilità di essere comunque invitati alla Grande Boucle, che per la catena alberghiera è chiaramente una visibilità molto importante, forse imprescindibile a fronte di un impegno aumentato.

Dopo i ritiri dal tavolo di Parigi, che inizialmente sembrava intenzionata anche a mettere un budget oltre al nome, e del marchio Sephora, che a sua volta si sarebbe ritirato dopo aver mostrato forte interesse, il budget sarà necessariamente più contenuto, ma alcuni corridori si mostrano pronti al sacrificio per provare a rilanciare il progetto. È il caso di Jens Debusschere, che a Het Nieuwsblad spiega la sua visione: “Se la squadra dovesse continuare ad un livello inferiore, non ci sono problemi nel farlo risalire. Possiamo dire la nostra nel calendario e contribuire affinché il progetto di Pineau ritrovi la sua dimensione”.

Più pessimista invece il compagno e connazionale Eliot Lietaer, che, malgrado lui stesso parli del budget di 4-5 milioni che B&B avrebbe concesso a Pineau, ha avuto una impressione diversa dopo la riunione su Zoom durante la quale la dirigenza ha dato il via libera a corridori e staff di guardare altrove: “Non mi ha dato l’impressione di avere molta voglia di continuare. Sono piuttosto scettico al riguardo, se devo essere sincero. So che, in quanto sponsor, B&B vuole innanzitutto andare al Tour. Con una squadra maschile di livello inferiore sarà molto, molto difficile, ma Pineau lavora anche ad una squadra femminile, per la quale il Tour è una opzione più realistica. Per me questa strada è più fattibile: da un lato lasciare la squadra maschile e continuare invece con la femminile con B&B come sponsor”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info