Ineos Grenadiers, primo trionfo in maglia iridata per Tom Pidcock: “Sto meglio dello scorso anno, mi voglio godere questo inverno”

© Ineos Grenadiers

Tom Pidcock non tarda a vincere in maglia iridata. La terza stagionale è quella buona per il campione del mondo, che in tre gare passa dal settimo al primo posto, che aveva già sfiorato nella sua seconda corsa, battuto solamente da una grande prova del campione europeo Michael Vanthourenhout. A Kortrijk, dove è andata di scena la seconda manche dell’X2O Trofee non c’è stato tuttavia nulla da fare per i suoi rivali, che dal secondo giro sono stati costretti a lasciar andare il corridore della Ineos Grenadiers, che a quel punto ha saputo controllare con grande maestria la corsa, mantenendosi saldamente al comando per potersi poi gustare l’arrivo trionfale.

“È stata una corsa molto veloce – commenta subito dopo il traguardo – Ho preso un piccolo vantaggio, ma non sono mai riuscito realmente a guadagnare. Gli altri sono rimasti sempre intorno ai dieci secondi. Sono comunque rimasto concentrato e sapevo che se si fossero ricongiunti avrebbero pensato maggiormente alla classifica generale ed è andata così: infatti quando si sono ricompattati ho iniziato a guadagnato qualcosa”.

Oltre al risultato, ovviamente grande soddisfazione per la conferma di una condizione che trova conferme in gara: “Come la scorsa settimana, è stata una corsa dura, ma personalmente mi sono sentito meglio. Penso che quest’anno sono in una forma migliore dello scorso anno. Lo avevo mostrato già la scorsa settimana, anche se non avevo vinto perché Vanthourenhout ha mostrato quanto è forte in questi percorsi”.

Se dodici mesi fa non aveva iniziato l’anno nel migliore dei modi, ben diversa era stata la conclusione, quando riuscì a conquistare i Mondiali di Fayetteville, interrompendo il settennato da dominatori di Wout Van Aert e Mathieu Van Der Poel (per la verità assenti in quell’occasione). Quest’anno invece toccherà al britannico saltare il grande evento – preferendo concentrarsi sulla preparazione alla strada – ma non di certo per mancanza di rispetto e amore per la maglia, che vuole onorare al meglio in queste settimane di corsa: “Ogni giorno che posso correre con questa maglia è una grande esperienza. Il pubblico è fantastico e penso che mi godrò questo inverno al meglio“.

Tra le grandi sfide che lo attendono ovviamente quelle con i due grandi dominatori della scena del ciclocross in questi anni, con il neerlandese pronto a tornare in corsa domani: “Non so Mathieu a che punto sarà domani, ma sicuramente possiamo aspettarci che starà bene“, chiosa, pronto al confronto.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info