Superprestige, Tom Pidcock: “Forse non era la corsa migliore con cui cominciare, ma sono soddisfatto”

© Superprestige

Tom Pidcock soffre nel suo esordio stagionale nel ciclocross. Come prevedibile il campione del mondo della specialità non brilla a Merksplas, dove si è corsa questo sabato la terza manche del Superprestige, concludendo la sua prova in settima posizione, a 1’25” dal vincitore Laurens Sweeck. Apparso comunque in discreta forma, ma ancora piuttosto legnoso nei meccanismi fondamentali della disciplina, il britannico ha provato nei primi giri a tenere il ritmo di coloro che si sono poi giocati il podio, facendo l’elastico prima di scivolare progressivamente indietro, complici anche un paio di scivolate che chiaramente non hanno aiutato (anche se non sono questi gli episodi che hanno deciso il risultato).

Forse non era la corsa migliore con cui cominciare  – ammette ai microfoni dei giornalisti subito dopo il traguardo – Ad ogni curva perdevo moltissimo tempo. Nel complesso il mio livello non era male, ma ho perso tempo in molti punti chiave. Inizialmente ero in lotta per il podio, ma sono caduto. Comunque, nel complesso sono felice, non è andata male”.

Lontano ovviamente ancora dal livello che lo scorso anno gli aveva permesso di conquistare la sua prima maglia iridata élite, dopo quelle ottenute da Junior e Under23: “Non ho una data per tornare a vincere, ma questo inverno mi piacerebbe riuscire a vincere con questa maglia. Il pubblico è stato fantastico oggi, dandomi supporto anche se non ero in testa ed è stato bello tornare ad indossare questa maglia dopo tanti anni”.

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info