Ciclocross, in Belgio tamponi obbligatori prima di ogni gara

La Federazione Ciclistica Belga ha deciso di rafforzare le misure sanitarie per le gare di ciclocross. Dunque tutti si dovranno sottoporre a tampone per il Covid-19 prima di ricevere l’autorizzazione a gareggiare. Le nuove regole sono più rigorose del protocollo stabilito dall’UCI e prevedono tamponi rapidi, non solo per gli atleti ma anche per meccanici, massaggiatori, giudici di gara e stampa al seguito. Il nuovo protocollo scatterà a partire da sabato prossimo in occasione della prova dell’Urban Cross che si disputerà a Kortrijk.

C’è anche chi ha deciso di organizzarsi in maniera autonoma come il team Telenet Baloise Lions che ha investito 15.000 euro per creare un proprio laboratorio mobile per eseguire i test rapidi: “Prima di ogni corsa, allestiremo la nostra ‘stazione di test coronavirus’ vicino al luogo dell’evento all’interno di uno spazio chiuso – ha spiegato il team manager Sven Nys a Het Laatste Nieuws – Ogni membro del team coinvolto nella gara, inclusi team manager, accompagnatori, meccanici e addetti stampa sarà sottoposto a un test rapido dal medico del team Jan Mathieu. Un risultato negativo consentirà alla persona in questione di partecipare alla gara”. 

Altre Notizie

Questo sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione e proporre prodotti in base agli utenti.

Info