© Sirotti

Sunweb, Oomen: “Al Giro per Dumoulin, ma in altre corse avrò una mia possibilità”

Anche Sam Oomen al Giro d’Italia 2018. Il talentino del Team Sunweb sarà uno degli scudieri per Tom Dumoulin al via di Gerusalemme, alla quale parteciperà per la prima volta in carriera. Classe 1995, il giovane corridore di Tilburg si è imposto quest’anno come una delle rivelazioni per le corse a tappe e il prossimo anno avrà ancora modo di continuare il suo periodo di crescita, non solo al servizio della squadra, ma con la possibilità anche di dire la sua in alcune brevi corse a tappe di una settimana.

Non seguirò l’intero calendario di Dumoulin – spiega a WielerFlits – Ad esempio io correrò la Parigi – Nizza, mentre lui andrà alla Tirreno – Adriatico (il vincitore del Giro 2017 seguirà lo stesso calendario della passata stagione, ndr). Secondo me, faremo solo la Liegi – Bastogne – Liegi insieme, oltre al ritiro in altura. Io sarò al suo servizio visto che andremo al Giro per vincerlo nuovamente con Tom”.

Pur senza responsabilità dirette, la partecipazione alla Corsa Rosa, unico GT stagionale a cui sarà schierato, gli servirà comunque per fare una nuova esperienza in un grande giro, dopo la buona prestazione quest’anno alla Vuelta a España, quando si trovava in 13ª posizione prima del ritiro durante la 14ª tappa. Anche da un punto di vista mentale, sarà comunque importante vivere la pressione che si vive lavorando per un grande capitano, dal quale potrà sicuramente imparare per il suo futuro.

Non solo gregariato comunque nella sua stagione, che debutterà tra dieci giorni in Australia, con il People’s Choice Classic, introduzione al Tour Down Under in cui potrebbe già cercare di confrontarsi con alcuni big. Ma ci saranno altri appuntamenti importanti nella sua stagione, corse nelle quali avrà modo di giocarsela in prima persona. “La Parigi – Nizza probabilmente è una corsa nella quale potrei vedere fino a dove posso arrivare – aggiunge – Più tardi nell’anno c’è anche il Giro di Polonia, un’altra corsa in cui potrei avere una possibilità”.

Vedi Anche

Tour Down Under 2018, la Bora perde la tappa ma si consola con l’abbuono

Niente da fare per la Bora – hansgrohe nella seconda tappa del Tour Down Under …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *