© Sirotti

Tour de France 2017, Landa: “Non voglio più essere il secondo in una squadra”

Mikel Landa è uno dei grandi protagonisti finora del Tour de France 2017. Lo spagnolo sta tuttavia vivendo una situazione molto particolare visto che, nonostante sia sesto in classifica generale, è costretto a sacrificarsi per il suo capitano Chris Froome. Una situazione difficile per il portacolori della Sky che nella conferenza stampa nel secondo giorno di riposo ha voluto provare a fare chiarezza, così come riporta Es Ciclismo: “Ho ben chiaro che questo non può più succedere. Dove andrò le cose dovranno essere chiare, non voglio più essere il secondo di nessuno“.

“Bisogna però dire che in questo Tour de France Froome mi batterebbe visto che ha una cronometro che lo favorisce nel penultimo giorno – aggiunge il basco – Siamo compagni di squadra, non rivali. Sarebbe bello vincere con Froome e, se non condiziono la sua corsa, finire sul podio di Parigi. Stiamo lavorando per questo e ho le stesse sensazioni della prima settimana”.

Vedi Anche

Ciclomercato WorldTour 2017/2018

Il Ciclomercato si è aperto e su SpazioCiclismo non vogliamo farci trovare impreparati. Anche quest’anno, la nostra redazione …

3 commenti

  1. Secondo me è giusto che in questo Tour faccia il secondo, Froome è più forte e non si discute. Purtroppo, salvo il giro in cui era con Aru all’astana ha sempre trovato un compagno di squadra più forte e quindi ha dovuto per forza fare il secondo. In futuro chissà, ma ancora non è un corridore completo per competere per la vittoria di un grande giro (mio modesto parere intendiamoci eh 🙂 )

    • In realtà lo stesso Landa ha spiegato come in questo Tour il suo obiettivo sia quello di aiutare Froome. Se poi ci sarà la possibilità non gli dispiacerà centrare il podio, ma il capitano è Froome. La dichiarazione è legata più al futuro, essendo in scadenza.

  2. A me pare che la possibilità di fare il capitano al Giro ci sia stata .. ma non c’è stato il rendimento e il risultato aspettato, per sfortuna o altro non mi pare che si sia meritato rispetto a gli altri big del team un grado di capitano. È anche vero che lo scorso anno ha fatto un paio di settimane ad alto livello al tour ma nulla più. Se vuole fare il capitano deve cambiare squadra e credo che lo farà perché in Sky c’è gente ben più forte come Thomas, Poels etc.. che possono ambire a gradi di capitano per GT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *