martedì , 21 novembre 2017

Tour of Guangxi 2017, Groenewegen supera Gaviria

Dylan Groenewegen spezza il dominio di Fernando Gaviria al Tour of Guangxi 2017. Dopo le tre vittorie del colombiano in altrettante volate, la quinta tappa viene conquistata dal velocista della LottoNL – Jumbo, che riesce ad imporsi proprio davanti al rivale della Quick – Step Floors. A completare il podio di giornata al termine di uno sprint molto combattuto è Magnus Cort Nielsen (Orica-Scott), mentre nei dieci troviamo anche due italiani: Pierpaolo De Negri (Nippo-Fantini), quinto, e Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), settimo.

Chiaramente la maglia di leader resta sulle spalle di Tim Wellens (Lotto Soudal), vincitore ieri della tappa regina della corsa, capace di guadagnare anche due altri secondi al primo traguardo volante di giornata, aumentando così il suo margine sugli inseguitori. Alle sue spalle sempre Bauke Mollema (Trek-Segafredo), con un ritardo di sei secondi, e Nicolas Roche (BMC), che completa il podio con 11 secondi da recuperare sul capofila. Ad una tappa dal termine, annunciata di media collina, ma sostanzialmente pianeggiante, la vittoria per il belga è a un soffio.

Oggi si correva la tappa più lunga di questa edizione con i suoi 212,2 chilometri da Liuzhou a Guilin. Non si fanno attendere comunque i tentativi di fuga, anche se il gruppo non ha intenzione di lasciar partire nessuno nelle prime fasi di gara. Dopo il primo traguardo volante, conquistato da Danny van Poppel (Team Sky) su Tim Wellens (Lotto Soudal) e Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors), nuovi tentativi provano a sganciarsi, ma ci vogliono altri trenta chilometri prima che si riesca a formare la fuga giusta. Daniel Oss (BMC), William Clarke (Cannondale-Drapac) e Fabricio Ferrari (Caja Rural-RGA) sono dunque i coraggiosi di giornata, il cui vantaggio salirà fino a 5’40” a metà gara, momento in cui la situazione inizia a cambiare.

Con la Lotto Soudal a controllare per buona parte della corsa, quando arrivano anche Quick-Step Floors e Movistar la situazione cambia e il distacco cala notevolmente. Gli spagnoli provano ad approfittare di un tratto più frastagliato per cercare di indurire la corsa e ridurre il gruppo, portando il distacco a meno di un minuto quando si arriva alla penultima difficoltà di giornata, sulla quale provano a muoversi Nicolas Roche (BMC), Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Jesus Herrada (Movistar) e Wout Poels (Team Sky). Wellens intuisce il pericolo e, senza troppe difficoltà, si riporta su di loro, annullando dunque il tentativo quasi sul nascere.

In gruppo son rimasti una settantina, ma l’ultima salita scivola via senza ulteriori tentativi, con i fuggitivi ripresi nella successiva discesa. Il ritmo è abbastanza alto, ma non così tanto da impedire il rientro di un gruppetto di inseguitori, condotto dalla LottoNL – Jumbo in favore di Dylan Groenewegen, che nella salita ha preferito salire del suo passo, perdendo una trentina di secondi rapidamente recuperati. La formazione neerlandese non rifiata e si porta subito nelle prime posizioni, raggiungendo Lotto Soudal e Quick-Step Floors che stanno preparando la volata. La lotta continua praticamente sino all’ultimo metro, con Groenewegen che riesce a detronizzare Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) con una volata perfetta, mentre per Magnus Cort Nielsen (Orica-Scott) arriva il secondo podio in pochi giorni, leggermente indietro.

ORDINE DI ARRIVO

1 Dylan Groenewegen (Team LottoNL-Jumbo)
2 Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) st
3 Magnus Cort Nielsen (ORICA-Scott)
4 Mike Teunissen (Team Sunweb)
5 Pier Paolo De Negri (Nippo – Vini Fantini)
6 Roger Kluge (ORICA-Scott)
7 Sonny Colbrelli (Bahrain Merida Pro Cycling Team)
8 Wouter Wippert (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team)
9 Rick Zabel (Team Katusha – Alpecin)
10 Tosh Van der Sande (Lotto Soudal)

CLASSIFICA GENERALE

1 Tim Wellens (Lotto Soudal)
2 Bauke Mollema (Trek – Segafredo) +0’06″
3 Nicolas Roche (BMC Racing Team) +0’11″
4 Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) +0’14″
5 Ben Hermans (BMC Racing Team) +0’18″
6 Matej Mohoric (UAE Team Emirates) st
7 Wout Poels (Team Sky) st
8 Silvan Dillier (BMC Racing Team) +0’29″
9 Rein Taaramäe (Team Katusha – Alpecin) st
10 Rémi Cavagna (Quick-Step Floors) +0’31″

Vedi Anche

Bahrain-Merida, Nibali prende ancora tempo sul programma: “Nelle prossime settimane prenderemo le decisioni finali”

Non ha ancora preso forma il 2018 di Vincenzo Nibali. Il campione della Bahrain-Merida ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *