mercoledì , 18 ottobre 2017

Giro di Turchia 2017, Bennett firma la tripletta

Sam Bennett non si ferma e fa sua anche la terza frazione del Giro di Turchia 2017. Dopo 128,6 chilometri di corsa l’irlandese risolve la corsa allo sprint, bruciando sul traguardo di Marmaris il sempre piazzato Edward Theuns (Trek – Segafredo) e il ventitreenne Simone Consonni (UAE – Team Emirates), che sale sul podio di giornata. Il finale di tappa mosso non ha creato problemi al ventisettenne, il quale è stato guidato negli ultimi chilometri dai compagni della Bora – hansgrohe, affermandosi sulla linea d’arrivo come vero e proprio dominatore di questi primi tre giorni di corsa.

Anche oggi, tanta Italia completa i primi dieci: a Manuel Belletti (Wilier Triestina – Selle Italia), quarto, seguono in fila Andrea Vendrame, Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli – Sidermec – Bottecchia) e Vincenzo Albanese (Bardiani – CSF). Naturalmente, Bennett mantiene il comando della corsa con 14 secondi di vantaggio su Theuns e 26 su Consonni. A completare la top 10 poi quasi solo azzurri. Nell’ordine, Albanese, Diego Ulissi (UAE Team Emirates), Gavazzi, Mirco Maestri (Bardiani-CSF) e Belletti, con Ahmet Orken (Turchia) davanti ad Enrico Barbin (Bardiani-CSF), decimo.

Novantanove corridori si presentano alla partenza di Fethiye e due di questi prendono l’iniziativa non appena scatta il via. Si tratta del turco Ferit Can Samlı (Nazionale turca) e dello statunitense Gregory Daniel (Trek-Segafredo), seguiti poco dopo dal belga Thomas Deruette (WB Veranclassic). Il vantaggio dei tre si impenna a 6’20” dopo soli 22 km, mentre nella terra di mezzo fra i fuggitivi e il plotone il brasiliano Lincoln Silva (Soul Brasil Pro Cycling) prova disperatamente a riportarsi sui tre, gettando la spugna una volta riscontrata l’impossibilità di unirsi alla fuga di giornata. L’unico GPM di giornata, posto a 95 km dal termine, viene conquistato da Deruette, seguito da Samlı e Daniel, con Mirco Maestri (Bardiani – CSF) che anticipa di poco il gruppo andando a prendersi la quarta piazza sul traguardo parziale.

L’inseguimento ai fuggitivi prende consistenza ad una cinquantina di chilometri dall’arrivo ad opera della Bora – hansgrohe. Il lavoro della squadra tedesca viene coadiuvato dalla Wilier Triestina – Selle Italia, dalla UAE Team Emirates e dalla Soul Brasil Pro Cycling. A 23 dal termine Gregory Daniel rimane da solo in testa alla corsa, con i compagni di fuga che si arrendono al minaccioso avvicinamento del gruppo. La posizione dell’americano, il quale mantiene per una decina di chilometri una quarantina di secondi di margine, consente ai compagni di squadra della Trek – Segafredo di schierarsi in testa al gruppo risparmiandosi dal tirare attivamente.

A 10 chilometri dal termine Daniel si arrede al rientro del plotone e, non appena viene approcciata l’ultima asperità di giornata (non classificata come GPM) dal gruppo scatta Edoardo Zardini (Bardiani – CSF), dietro al quale parte la bagarre con Danilo Celano (Caja – Rural – RGA Seguros) in prima fila. Il tentativo del veronese viene annullato a otto dal termine grazie allo sforzo degli uomini UAE – Team Emirates, i quali neutralizzano anche lo scatto di Mirco Maestri (Bardiani – CSF). Ai meno 7, in prossimità dello scollinamento, l’Androni – Sidermec, seguita in primo luogo dalla UAE Team Emirates, prova a rendere dura la corsa e spezza il gruppo in due tronconi. La frattura dura poco e durante la picchiata verso Marmaris gli uomini della Bora – hansgrohe rinvengono sugli atleti di testa e si mettono a scandire il ritmo insieme agli Androni – Sidermec.

Gli ultimi tre chilometri di corsa, altimetricamente non significativi ma planimetricamente complessi sia per le numerose curve sia per il fondo stradale in pavé, vengono approcciati dal gruppo con i compagni di Sam Bennet a guidare al meglio il proprio capitano. A 400 metri dal termine Manuel Belletti (Wilier Triestina – Selle Italia) prova ad anticipare lo sprint con una volata lunga ma l’irlandese è lesto nel riportarsi sul romagnolo, scattato alla sua sinistra, e a vincere la terza tappa su tre in questo Giro di Turchia.

 

ORDINE D’ARRIVO

1 BENNETT Sam    BORA – hansgrohe
2 THEUNS Edward    Trek – Segafredo
3 CONSONNI Simone    UAE Team Emirates
4 BELLETTI Manuel    Wilier Triestina – Selle Italia
5 VENDRAME Andrea    Androni – Sidermec – Bottecchia
6 GAVAZZI Francesco    Androni – Sidermec – Bottecchia
7 ALBANESE Vincenzo    Bardiani – CSF
8 PRADES Eduard    Caja Rural – Seguros RGA
9 KOCH Jonas    CCC Sprandi Polkowice
10 ÖRKEN Ahmet    Turkey

CLASSIFICA GENERALE

1 BENNET Sam    BORA – hansgrohe

Vedi Anche

Tour de France 2018, Kittel motivato e fiducioso: “Ci sono buone probabilità che il mio Tour possa rivelarsi un successo”

Marcel Kittel si dimostra ottimista per il Tour de France 2018. Al contrario del collega …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *