© Sirotti

Tour Down Under 2018, Presentazione Tappa 2: Unley – Stirling

Anche la seconda tappa del Tour Down Under 2018 ricalca un classico tracciato di questa corsa. I corridori infatti si sposteranno da Unley a Stirling per un totale di 148,6 km, suddivisi in 85,3 chilometri in linea e tre giri di un circuito di 21,1. L’unica difficoltà di giornata sarà la breve salita di Tea Tree Gully (2ª cat.) dopo soli 12,8 chilometri. Il circuito finale si presenta piuttosto nervoso, pur senza reali strappi, e potrebbe anche stuzzicare la fantasia dei finisseurs. Infatti, su questo traguardo, si impose per l’ultima volta Jay McCarthy nel 2016 davanti a Diego Ulissi e Rohan Dennis, al termine di una volata decisamente confusa, priva di tutti i velocisti puri.

ORARIO DI PARTENZA: 11:00 ora locale (01:30 ora italiana)

ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 15:11 ora locale (05:41 ora italiana)

DIFFERITA TV: 18:55 Raisport+

HASHTAG UFFICIALE: #TDU

I FAVORITI

Un finale perfetto per le caratteristiche di Peter Sagan. Il portacolori della Bora – Hansgrohe è sicuramente il grande favorito per la tappa di domani e proverà in tutti i modi a migliorare il terzo posto della frazione inaugurale. La concorrenza per il Campione del Mondo sarà molto elevata, a partire da alcuni velocisti come André Greipel (Lotto Soudal), secondo su questo traguardo nel 2011, ed Elia Viviani (QuickStep – Floors) che proveranno a tenere duro per giocarsi il successo. Stesso discorso può esser fatto anche per Caleb Ewan (Mitchelton – Scott), Davide Cimolai (FDJ), Simone Consonni (UAE Team Emirates) o Phil Bauhaus (Team Sunweb), tutti vogliosi di provare a portare a casa un risultato molto importante.

In caso di corsa più dura e selettiva grande attenzione andrà riposta su Diego Ulissi, secondo sullo stesso traguardo ventiquattro mesi fa. Il toscano sarà sulla carta l’uomo di punta della UAE Team Emirates anche se la presenza di Marco Marcato e dell’ex campione del Mondo Alberto Rui Costa, potrebbero cambiare le carte in tavola strada facendo. Molto pericolosi poi corridori come Simon Gerrans (BMC), Simon Clarke (EF Education First-Drapac p/b Cannondale), Tom – Jelte Slagter (Dimension Data), Daryl Impey (Mitchelton – Scott), secondo nel 2015, o Nathan Haas (Katusha – Alpecin).

Fra i corridori dotati di un ottimo spunto veloce in grado di dire la loro anche su un traguardo del genere ci sono poi anche Jens Debusschere (Lotto Soudal), che avrà carta bianca se Greipel capirà che la tappa è troppo dura per lui, Ramunas Navardauskas (Bahrain – Merida), già piazzato oggi, Carlos Barbero (Movistar) e Oscar Gatto (Astana). Da non sottovalutare infine Jay McCarthy (Bora – Hansgrohe), vincitore della tappa nel 2016, che potrebbe tuttavia dover lavorare per Sagan, ma dipenderà anche dalle prospettive in ottica generale, con l’australiano tra i grandi favoriti della corsa, Jose Goncalves (Katusha – Alpecin) e gli italiani Enrico Battaglin (Lotto NL – Jumbo) e Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale).

BORSINO DEI FAVORITI

***** Peter Sagan
**** André Greipel, Diego Ulissi
*** Caleb Ewan, Simon Gerrans, Elia Viviani
** Davide Cimolai, Simon Clarke, Nathan Haas,  Daryl Impey
* Enrico Battaglin, Matteo Montaguti,  Oscar Gatto, Ramunas Navardauskas, Tom – Jelte Slagter

METEO PREVISTO

Cielo sereno. Umidità relativa 19%, possibilità di precipitazioni 0%, vento direzione S ai 18 km/h. Temperatura prevista: minima 22°, massima 33°.

MAGGIORI INSIDIE

Il gran caldo dovrebbe anche oggi farsi sentire, anche se non si preannuncia asfissiante. L’incognita maggiore riguarda la tenuta dei velocisti, che potrebbero pagare dazio al termine di una tappa molto nervosa.

MATERIALE TECNICO

Vedi Anche

Presentazione Squadre 2018, Ag2r La Mondiale

Continua l’espansione a tutto campo della Ag2r La Mondiale 2018. La formazione transalpina si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *