LIVE
(c) Tim de Waele

Presentazione Volta ao Algarve 2017

La Volta ao Algarve 2017 sarà l’evento più importante della stagione in Portogallo. In programma dal 15 al 19 febbraio, questo appuntamento ha intrapreso dall’inizio degli anni 2000 un processo di internazionalizzazione, divenendo un passaggio chiave per l’inizio di stagione di molti grandi atleti. Contemporaneamente alla crescita, la corsa ha subito anche diverse metamorfosi da un punto di vista della struttura, passando da evento favorevole ai velocisti, a gara impegnativa con salite e cronometro. Lo scorso anno il successo andò a Geraint Thomas che riuscì così a bissare il successo dell’anno prima.

HASHTAG UFFICIALE: #Valgarve2017


ALBO D’ORO RECENTE

2016 THOMAS Geraint
2015 THOMAS Geraint
2014 KWIATKOWSKI Michal
2013 MARTIN Tony
2012 PORTE Richie
2011 MARTIN Tony
2010 CONTADOR Alberto
2009 CONTADOR Alberto
2008 DEVOLDER Stijn
2007 PETACCHI Alessandro
2006 CABREIRA Joao
2005 SABIDO Hugo
2004 LANDIS Floyd


I FAVORITI

Clicca qui per la startlist

Non siamo nel WorldTour, ma la corsa propone una startlist di assoluto valore. Senza Geraint Thomas, mattatore delle ultime edizioni, ci sarà la possibilità di scoprire un nuovo potenziale vincitore. Daniel Martin (QuickStep Floors) è sulla carta l’uomo più forte in salita, tuttavia l’incidenza della cronometro potrebbe favorire un corridore con le caratteristiche di Michal Kwiatkowski (Team Sky) e lo stesso Tony Martin (Katusha – Alpecin), entrambi in grado di salire in carriera sul gradino più alto del podio della corsa. Da seguire con attenzione anche Luis Leon Sanchez (Astana), lo scorso anno grande protagonista, ma frenato da una caduta, e l’imprevedibile Tony Gallopin (Lotto Soudal). Con la cronometro dalla sua, anche Primoz Roglic (LottoNL – Jumbo) può essere considerato un candidato per la vittoria finale. Tra gli altri potenziali protagonisti troviamo Michele Scarponi (Astana), José Mendes (Bora – Hansgrohe), Davide Villella (Cannondale – Drapac), Steven Cummings (Dimension Data), José Gonçalves, Simon Spilak (Katusha – Alpecin), Gianni Moscon (Team Sky), Ruben Guerreiro (Trek – Segafredo), Alexander Foliforov (Gazprom – Rusvelo) e Thomas Degand (Wanty – Groupe Gobert). 

Anche nelle volate avremo una vera e propria parata di stelle. Sulle strade portoghesi avremo il primo confronto stagionale tra Mark Cavendish (Dimension Data) e André Greipel (Lotto Soudal), con Fernando Gaviria (QuickStep Floors) che non resterà a guardare. Si getteranno nella mischia anche Nacer Bouhanni (Cofidis), Arnaud Démare (FDJ) e Dylan Groenewegen (LottoNL – Jumbo), senza dimenticare un certo John Degenkolb (Trek – Segafredo) che, passo dopo passo, sta ritrovando il colpo di pedale dei giorni migliori. Tra i possibili protagonisti per le volate anche Michael Schwarzmann (Bora – hansgrohe), Oscar Gatto (Astana), Alberto Bettiol (Cannondale – Drapac), Carlos Barbero (Movistar), Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Baptiste Planckaert (Katusha – Alpecin), Edward Theuns (Trek – Segafredo), Aleksey Tcatevich (Gazprom – Rusvelo), Coen Vermeltfoort (Roompot – Neerlandaise Loterij) e Andrea Pasqualon (Wanty – Groupe Gobert). 


IL PERCORSO

Dai velocisti agli scalatori passando per i cronoman ed i fuggitivi. Il percorso della Volta ao Algarve presenta un terreno adatto a tutti i tipi di corridori, pronti a lasciare un segno in questo inizio di stagione. Ad aprire la corsa una tappa con qualche difficoltà dal punto di vista altimetrico, ma in cui i velocisti dovrebbero dire la loro sul traguardo di Lagos. Situazione sicuramente diversa il giorno dopo quando in programma c’è il primo arrivo in salita. Frazione particolare con i primi 120 chilometri quasi completamente pianeggianti mentre negli ultimi 70 chilometri la situazione cambia con tre GPM fra i quali spicca sicuramente quello di Alto de Foia dove è posto il traguardo di tappa. Una salita di 9 chilometri con una pendenza media del 6%, con punte al 9,6% nella prima fase. Ad Alto de Foia si potrebbero delineare quindi i primi distacchi in classifica generale anche se le maggiori differenze le potrebbe fare la terza tappa con una cronometro di 18 chilometri tutta pianeggiante lungo le strade di Fortaleza de Sagres. Poche difficoltà le affronteranno i corridori anche il giorno dopo con una tappa favorevole ai velocisti. Tappa che permetterà ai corridori in lizza per la vittoria della classifica generale di rifiatare prima dell’ultima tappa che potrebbe cambiare le posizioni in classifica. Alcuni corridori potrebbero già muoversi sulla salita di Vermelhos, ma con i probabilità si deciderà tutto negli ultimi tre chilometro con durissima salita di Alto do Malhão che potrebbe rimanere sulle gambe a molti corridori visto che presenta una pendenza superiore all’8% con alcuni tratti che sfioreranno pendenze anche del 10%.


LE TAPPE

15/2 Tappa 1: Albufeira > Lagos (182, 9 km)

 

 

 

 

 

16/2 Tappa 2: Lagoa > Alto da Foia (189,3 km)

 

 

 

 

 

 

17/2 Tappa 3: Sagres > Sagres (18 km) [cronometro individuale]

 

 

 

 

18/2 Tappa 4: Almodovar > Tavira (203, 4 km)

 

 

 

 

 

19/2 Tappa 5: Loulé > Malhao (179,2 km)

Vedi Anche

Presentazione Tour de Yorkshire 2017

La Gran Bretagna si prepara ad accogliere il grande ciclismo con il Tour de Yorkshire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *