LIVE
© Sirotti

Favoriti Freccia Vallone 2017, Valverde pronto a conservare il trono

Un grande favorito per la Freccia Vallone 2017. Autore di uno straordinario inizio di stagione, Alejandro Valverde avrà tutti gli occhi puntati addosso. Malgrado la contro-performance di domenica alla Amstel Gold Race, dovuta più che altro ad errori tattici, il murciano si presenta al via della corsa di mercoledì 19 aprile come l’uomo di riferimento, colui che tutti proveranno a battere. Ma non sarà certo semplice visto che il Muro di Huy sembra essere stato tirato su pensando alle caratteristiche dello spagnolo. Il percorso complessivo, che sembra lasciar presagire un finale tradizionale, con un arrivo tutti assieme ai piedi della salita, non sembra neanche quello aiutare i potenziali rivali dell’Embatido, reduce da tre successi consecutivi, ai quali va aggiunto quello del 2006, per un record assoluto di quattro vittorie.

A sfidarlo non ci sarà il suo delfino delle ultime due edizioni, Julian Alaphilippe, né il ritrovato Philippe Gilbert, ma già in casa Quick-Step Floors troviamo un corridore come Dan Martin, sul podio in due delle ultime tre edizioni. L’irlandese è uno degli uomini più attesi, considerando caratteristiche molto simili a quelle del grande favorito, potendo contare anche sull’aiuto di Gianluca Brambilla, potenziale grimaldello. La Sky si presenta con due capitani di grande spessore come Sergio Henao e Michal Kwiatkowski. Entrambi sono autori di un ottimo inizio di stagione, con il polacco tra i grandi protagonisti delle classiche e reduce dal secondo posto di domenica (piazzato poco più dietro il suo compagno). Entrambi in passato sono saliti sul podio e potrebbero rappresentare il pericolo maggiore per lo spagnolo vista la possibilità di giocarsi le proprie carte scegliendo diversi scenari tattici che costringerebbero i rivali a trovarsi tra due fuochi. La Cannondale – Drapac potrebbe provare qualcosa di simile con Rigoberto Uran e Michael Woods, così come la Ag2r la Mondiale con Alexis Vuillermoz e Romain Bardet, la UAE Team Emirates con Diego Ulissi e Rui Costa, fino alla la Bahrain – Merida che avrà in Ion Izagirre, Giovanni Visconti ed Enrico Gasparotto, seppur malconcio, tre potenziali punte con cui provare a scombinare i piani della Movistar.

In realtà anche la compagine iberica potrebbe avere in Dani Moreno una possibile alternativa al capitano, rendendo così più complicata la vita ai rivali. Sembra davvero difficile anticipare, anche se quest’anno molte classiche hanno avuto proprio negli attacchi da lontano il loro svolgimento. Uno scenario improbabile visto il recente passato e la solidità apparente della formazione spagnola, che dovrebbe essere capace di tenere chiusa la corsa in favore del proprio capitano. Potenziali outsider come Gianluca Brambilla (Quick-Step Floors), Samuel Sanchez (BMC), Jakob Fuglsang, Michal Valgren (Astana), David Gaudu (FDJ), Rafal Majka (Bora-hansgrohe), Robert Gesink (LottoNL-Jumbo), Michael AlbasiniRoman Kreuziger (Orica-Scott) o il sinora sorprendente Nathan Haas (Dimension Data) sono altri possibili granatieri, pronti intenzionati a far esplodere la corsa prima del tempo.

BORSINO DEI FAVORITI

***** Alejandro Valverde
**** Daniel Martin, Sergio Henao
*** Michael Albasini, Michal Kwiatkowski, Rigoberto Uran
** Warren Barguil, Diego Ulissi, Michael Woods, Alexis Vuillermoz
* Rui Costa, Enrico Gasparotto, Nathan Haas, Ion Izagirre, Michael Woods

Vedi Anche

Giro d’Italia 2017, Presentazione Tappa 18: Moena – Ortisei/St. Urlich

Al Giro d’Italia 2017 va in scena il tappone dolomitico. Una tappa molto dura quella che dovranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *