© Sirotti

Giro d’Italia 2018, Madiot apre alla partecipazione di Pinot

Apertura in casa FDJ alla presenza di Thibaut Pinot al Giro d’Italia 2018. Se inizialmente per il prossimo anno la squadra sembrava volerlo esclusivamente al via del Tour de France, ora qualche segnale incoraggiante per i suoi tifosi italiani sembra arrivare anche dalla dirigenza, a partire dal general manager Marc Madiot. Se l’ex corridore infatti pensava alla sola Grande Boucle per il suo capitano, in modo che potesse cercare di ritrovare prestazioni importanti anche in patria dopo le delusioni degli ultimi anni, le insistenze del corridore sembrano iniziare a fare breccia.

Il diretto interessato non ha infatti mai nascosto il suo amore per la Corsa Rosa e per l’Italia in generale, reagendo subito positivamente inoltre alla presentazione del tracciato della prossima edizione. Altro fattore che sembra aver permesso qualche riflessione più approfondita sull’argomento son sicuramente anche le dichiarazioni di interesse di molti rivali, a partire da Chris Froome, che a loro volta non escludono la doppietta. E questo sostanzialmente tutti per lo stesso motivo, come evidenzia anche lo stesso Madiot ai nostri colleghi della redazione francese di CyclingPro.Net, ovvero “che ci sarà una settimana in più tra Giro e Tour”.

Lo slittamento del Tour a causa dei Mondiali di Calcio permetterà infatti ai corridori di aggiungere sette giorni di riposo che potrebbero rivelarsi decisivi. E a questo punto, cercando di approfittare di questa occasione sostanzialmente unica, il dirigente transalpino sta iniziando a considerare l’ipotesi di accontentare il suo capitano, consapevole comunque di poter contare sempre anche su Arnaud Démare al Tour. A margine della presentazione della nuova partnership della squadra, che dal prossimo 4 marzo si chiamerà Groupama – FDJ, Madiot ha dunque ammesso che “se la porta non aperta, non è neanche chiusa” alla possibilità di vedere Pinot al Giro.

Vedi Anche

CicloMercato 2018, gli italiani senza contratto

La fine dell’anno si avvicina e, purtroppo, alcuni corridori sono a rischio. Con la diminuzione delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *