© Giro d'Italia

Giro d’Italia 2018, conferme e novità per la tappa con arrivo a Sappada

Le indiscrezioni si fanno sempre più concrete e la nebbia inizia a dipanarsi sul Giro d’Italia 2018. A pochi giorni dalle indiscrezioni riportate dalla nostra redazione, stando al Corriere delle Alpi i vertici di RCS Sport sono stati impegnati in provincia di Belluno quest’oggi per definire l’organizzazione di una frazione del percorso. Tale presenza confermerebbe l’arrivo di tappa a Sappada, di cui già si parla da tempo, ma rispetto alla quale sembrano esserci alcune variazioni.

Le prime novità che trapelano su questa frazione riguardano la sua calendarizzazione. Inizialmente in programma per venerdì 18 maggio, la tappa dovrebbe svolgersi in data 20 maggio, con partenza a Tolmezzo invece che in quel di Nervesa della Battaglia. Questa frazione dovrebbe seguire – e non anticipare – quella che è stata sinora anticipata come la possibile tappa regina del prossimo Giro d’Italia, ovvero lo storico traguardo dello Zoncolan anticipato da altre quattro asperità.

Rispetto alle prime voci, il percorso di questa giornata di corsa potrebbe dimostrarsi meno complicato. Il Passo della Mauria dovrebbe essere la prima asperità di giornata, seguito dal Passo Tre Croci e dal Passo di Sant’Antonio. Quest’ultimo dovrebbe rappresentare l’ultima salita prima dell’arrivo a Sappada. La Forcella di Zovo infatti, difficoltà che avrebbe dovuto – stando alle prime voci – fare da giudice di questa frazione, non sarà inserita nel tracciato.

Vedi Anche

Giro d’Italia, Governo stanzia 2 milioni di euro per l’organizzazione della corsa

Buone notizie per il Giro d’Italia. Nella bozza di legge di bilancio approvata dal Consiglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *