venerdì , 24 novembre 2017
© Armée de Terre

Armée de Terre, chiusura in vista?

A rischio il futuro della Armée De Terre. Tra le migliori realtà a livello continental, la compagine francese potrebbe essere costretta a chiudere i battenti a fine stagione, per mancanza di fondi in vista del 2018. Malgrado gli ottimi risultati ottenuti in questo 2017, dalla strada alla pista, passando per il ciclocross, in questo momento manca ancora il budget necessario alla squadra per affrontare una nuova stagione e depositare la richiesta alla Lega francese.

La scadenza annunciata per le formazioni di terza divisione era il 1° novembre, ma secondo quanto riporta Le Parisien, la squadra avrebbe ottenuto una deroga da parte delle istituzioni nazionali per poter prima risolvere i suoi problemi, legati sostanzialmente al Ministero della Difesa francese. La squadra creata nel 2011 è infatti sovvenzionata direttamente dal ministero, dal quale dipende circa il 50% del budget (ovvero 1,6 milioni di euro). Se finora non c’erano problemi vista la grande passione per il ciclismo del titolare del dicastero Jean-Yves Le Drian, che aveva iniziato il progetto.

In seguito alle recenti elezioni, Le Drian è tuttavia passato al ministero degli Affari Esteri, sostituito da Florence Parly alla Difesa. Quest’ultima sarebbe meno incline ad avallare questa spesa per le prossime stagioni e non ha ancora approvato il budget previsto. Per il momento bocche cucite da parte della squadra, che non si è neanche presentata nei giorni scorsi alla cerimonia di premiazione della Coppa di Francia, lasciando qualche dubbio che il progetto di poter salire a livello Professional nel 2019 potesse essere ancora di attualità.

Se dovessero essere confermate queste anticipazioni, significherebbe lasciare circa 30 persone al palo, tra le quali 20 corridori, dei quali alcuni approdati quest’anno da formazioni Professional, per continuare il processo di forte crescita mostrato quest’anno. A rischio anche la preparazione olimpica per Parigi 2024 di alcuni atleti, tra i quali il quattro volte iridato Morgan Kneisky.

Vedi Anche

Pagellone 2017, Q: i fratelli Quintana e Quinziato

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei promossi ed i bocciati di questa stagione. In …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *