© Beobank - Corendon

Ciclocross, David van der Poel: “Dovevo difendere l’onore della famiglia”

David van der Poel ha tenuto alto l’onore della famiglia questo fine settimana. In assenza del cannibale David, il maggiore dei fratelli si è fatto a sua volta valere, permettendo ad un Van Der Poel di salire sul podio, prima con un terzo posto a Hasselt, poi imponendosi domenica nella prova di Mol. Un trionfo che porta così a tre i successi personali in questa stagione del fratello del Campione Europeo, che non si è fatto sfuggire l’occasione visto il parterre meno blasonato.

“È stato davvero un buon fine settimana per me – si rallegra David – Con l’assenza di Mathieu dovevo difendere l’onore della famiglia e vincere al posto suo (sorride, ndr). Mi sentivo bene, sia fisicamente che mentalmente, dopo una buona settimana di allenamento a Benicassim, dove c’era anche una bella atmosfera. L’idea era di arrivare dallo stage in buona forma per salire sul podio. Mi chiedo ora cosa mi dirà Mathieu quando tornerò al ritiro (altro sorriso, ndr). Senza di lui e altri giovani che non hanno preso il via è stata chiaramente una corsa diversa. Ci siamo battuti per la vittoria piuttosto che per un terzo o settimo posto. Ad ogni modo, sono davvero molto contento di questo successo”.

Vedi Anche

CicloCross, Eva Lechner si conferma ad Eschenbach

Così come avvenne la scorsa stagione la campionessa italiana di ciclocross Eva Lechner (Clif Pro Team) s’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *