© Sirotti

Bici al Chiodo, premiati Malori e Napolitano – Omaggio a Scarponi

La 17^ edizione della Bici al Chiodo e il 42° Incontro Nazionale Ex Corridori avranno ancora le costanti della sede, il Centro Sociale di Campagnola Emilia, e  la collaborazione del Comune.
Ci apprestiamo, il 21 gennaio 2018, a vivere un’altra giornata di grande ciclismo, che inizierà già dal mattino alle ore 11 nel bocciodromo dove si incontreranno tanti personaggi del mondo delle due ruote per ammirare la mostra dei quadri degli artisti di Open Art. Presenteremo anche tre libri, “Pane e Bicicletta”“Nel Ciclismo c’era un Uomo Libero: Cleto Maule” e “La leggenda delle strade bianche”con la presenza dei tre autori Marcello MugnainiRomano Gelati Marco Pastonesi.

Naturalmente l’organizzazione mette anche a disposizione un ghiotto rinfresco di prodotti tipici delle nostre terre, e non mancherà neppure un allegro brindisi per inaugurare il 42° incontro degli ex corridori, il tutto ben coordinato dal conduttore Alessandro Brambilla, esperto conoscitore del movimento ciclistico.

La giornata si animerà quando alle 12,30 si passerà nel Salone degli Onori, dove il Sindaco Alessandro Santachiara porterà il suo saluto seguito poi da quelli del Comitato Organizzatore.
Saranno i giovani emergenti a salire per primi sul palco per ricevere il premio, ad iniziare dal giovane Elia Ori esordiente, seguito dall’allievo campione Italiano della categoria Mattia Pinazzi, poi le donne junior Valentina Iaccheri e Sofia Collinelli (figlia d’arte, il papà Andrea è stato campione olimpico). Sarà poi la volta di un corridore di casa nostra lo junior Thomas Pesenti che nel 2018 difenderà i colori della Beltrami Argon 18. Infine l’U23 Luca Covili, che gareggerà solo una stagione come dilettante perchè il Team dei Reverberi lo ha già inserito nel proprio organico a partire dal 2019.

La febbre comincerà a salire quando saliranno sul palco Luca Gialanella,caporedattore ciclismo della Gazzetta dello Sport, per ritirare il Premio Stampa.
Scalderanno sicuramente la platea i due Grandi Ex, eletti nella scorsa edizione dall’assemblea, Marino Basso e Dino Zandegù che sapranno entusiasmare i tanti presenti con le loro storie e aneddoti appassionanti, ma anche divertenti.

Il premio alla Carriera lo riceverà il bravo siciliano Danilo Napolitano che con le sue 51 vittorie in carriera, sarà sicuramente applaudito dai tanti ex presenti in sala (lo scorso anno eravamo più di 400).

Quest’anno avremo una premiazione particolare di un campione a cui eravamo molto legati e che, a fine carriera, avrebbe sicuramente ricevuto il nostro premio. Purtroppo il destino fatale ci ha riservato altro e assegneremo il premio “alla memoria”di Michele Scarponi, la cui triste  e dolorosa fine ben conosciamo.

Per terminare la nostra intensa premiazione consegneremo la 17^ Bici al Chiodo ad Adriano Malori , professionista dal 2010 al 2017, che ha saputo cogliere 15 successi nella sua pur breve carriera (non pochi se consideriamo che nel 2016 e 2017 non ha quasi mai gareggiato a causa del grave incidente), il mondiale U23 a cronometro nel 2008 a Varese; ma la sua perla resta Richmond dove ha perso per pochissimi secondi il titolo iridato a cronometro nella massima categoria preceduto da un Vasil Kiryenka in giornata di grazia.

Vedi Anche

Contador operato con successo al polso destro

Intervento chirurgico per Alberto Contador. L’ormai ex-corridore spagnolo si è sottoposto nella mattinata di ieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *